Home > GNU/Linux, Libero vs Proprietario, Riflessioni > La mela della vergogna

La mela della vergogna

Come ben sanno i possessori di un Ipod o Iphone, l’utilizzo di questi dispositivi è “legato” all’uso di iTunes come software per la gestione musicale. Sulle pagine del portale BluWiki però prendeva piede il progetto IpodHash che aveva lo scopo di rendere compatibili i lettori made in Cupertino con i sistemi operativi Linux. Secondo Apple invece, violerebbe i termini del Digital Millennium Copyright Act (DMCA) ed è così che ha fatto causa ai fondatori del progetto, costringendoli a chiudere i battenti.

http://www.ossblog.it/post/4537/apple-fa-chiudere-il-progetto-open-source-ipodhash

  1. Trap
    28 novembre 2008 alle 9:49

    Boicottiamo i loro prodotti!

  2. 28 novembre 2008 alle 12:06

    Triste. Però si sa che la mela è tutt’altro che un progetto open, la notizia non stupisce.

  3. 28 novembre 2008 alle 13:33

    Beh, non ci vedo nulla si sconvolgente.
    In quanto ad atteggiamenti repressivi, la Apple è sempre stata una spanna sopra a Microsoft.
    L’unica soluzione è quella di boicottare i loro prodotti, che, per quanto stilosi o all’avanguardia, sono e rimangono degli oggettini che limitano la creatività e la possibilità di condivisione.

  4. Daniele
    28 novembre 2008 alle 14:30

    Se ti butti in mare sai che è impossibile non bagnarsi… Quindi … se acquisti Apple sai che sarai ‘spiato’ e che non potrai mai agire in piena libertà …
    Splendidi prodotti da utilizzare come Apple vuole…

  5. 28 novembre 2008 alle 15:28

    Bè, da Apple ci si può tranquillamente aspettare ciò, ormai non è una novità… Continuo a non capire cosa abbia di piu un ipod (eccetto l’estetica) del mio Akai TJED che mi han regalato al lavoro… Ah già, il prezzo!

    Un saluto ai furbacchioni che acquistano Apple!😉

  6. streetcross
    28 novembre 2008 alle 15:59

    bah ma non si sono rotti i fare cause a dritta e a manca?? che si impegnino un po’ di più sulla qualità dei servizi che offrono piuttosto…

  7. UallaUalla
    28 novembre 2008 alle 16:09

    Potrei anche capirla la mossa di Apple se ci fosse iTunes per Linux…

  8. Gianni
    28 novembre 2008 alle 18:51

    Non puoi utilizzare i titoli in questo modo… “La mela della vergogna”????? Apple ha fatto ciò che è giusto secondo la loro etica. Hanno ragione, l’unica cosa che gli si può contrastare è il fatto che non rendano disponibile itunes anche per piattaforme linux

  9. 28 novembre 2008 alle 19:14

    Etica? Impedire agli utenti di usare l’apparecchio che hanno comprato la chiami “etica”?

  10. 28 novembre 2008 alle 20:19

    Bè mi pare pure giusto:
    io compro un iphone (a 500 € o giù di lì) o ipod (a “soli” 150 € ) ma in realtà io non sto comprando altro che il diritto di “possedere” uno strumento targato Apple.

    Che MicroCazzata😀

  11. 29 novembre 2008 alle 11:48

    Bhè, che Apple si comporti in maniera strana e “possessiva” con i suoi prodotti lo sapevamo già, quel che stupisce è il perché non voglia allargare l’utilizzo per gli utenti linux, possibile che gli interessi escusivamente fare il lavaggio del cervello e far comprare tutti MAC?🙂
    a questo punto mi vien da pensare che quest’assuefazione funziona dato che in effetti di utenti mac ce ne sono comunque parecchi!
    chissà… forse un domani si apriranno un pò anche loro in questo senso… a presto!😉

  12. GiulioII
    29 novembre 2008 alle 15:36

    Ad un mio amico, con il nuovo Firmware… Niente file .ogg nell’iPod…

  13. 29 novembre 2008 alle 16:34
  14. streetcross
    29 novembre 2008 alle 19:15

    @Gianni dì la verità, Gianni è il tuo nickname mentre il tuo vero nome e cognome sono conformista informatico! LoL

  15. Armin
    30 novembre 2008 alle 3:48

    Per me possono andare in mona quando vogliono. Io li ho cancellati dai tempi di MacIntosh prima serie, quello che dopo averlo strapagato, se volevi curiosarci dentro lo dovevi praticamente scassinare.
    Si può vivere strabene anche senza i loro dannati, iperprotetti aggeggi. Facciano quel [Censura] che vogliono, chi se ne frega. Da me non beccheranno comunque un cent, né ora né mai. Fine del palo.

  16. 30 novembre 2008 alle 18:54

    Beh, basta smettere di acquistare, no? Il coltello dalla parte del manico ce l’anno i clienti, mica le società. Solo che troppi non se ne rendono conto e sono succubi delle strategie delle “grandi” aziende.

    Non è una novità la strategia di apple. Molti di voi si informano, molti sono appassionati che magari volevano solo un “buon” prodotto e purtroppo devono sottostare a delle condizioni di utilizzo limitanti.

    Ancora mi chiedo perché dovrei acquistare una cosa che non è mai veramente mia. E forse sono troppo pochi a chiederselo.

  17. Kaiser Sose
    9 dicembre 2008 alle 13:51

    forse sarebbe bene ricordare che non tutti al mondo nascono informatici e che non tutti vogliono aprire gli iniettori della propria macchina per vedere come sono fatti.
    Alla maggior parte della gente interessa solamente avere una macchina che li accompagni comodamente e senza troppi problemi, ed Apple, il 99% delle volte, fa questo.
    Mio padre ha 86 anni e gli ho preso un mac ed ora si trova piu’ che bene, mentre prima, con un pc debian era un problema dietro l’altro (stampante non supportata, webcam che non va, ecc..)
    Personalmente utilizoz un PoweBook G4 con debian da 10 anni ed ho avuto 0 problemi !
    Se non vi piace la filisofia Apple, semplicemente non acquistate i loro prodotti.

  18. Kaiser Sose
    9 dicembre 2008 alle 14:53

    Giusto per fare un’altro esempio:
    sono un musicista semi profesisonista, ed in 15 anni di utilizzo di linux, non ho trovato un programma che sia uno che mi consenta di lavorare ed elaborare in maniera decente su progetti musicali di medie dimensioni… com’e’ possibile ?? che devo fare allora ??
    Ovvio, mi son preso un Mac e da allora tutto va a gonfie vele e senza intoppi!! (mai piantato una volta con MacOSX)

  19. Kaiser Sose
    9 dicembre 2008 alle 15:02

    @spillo: che cos’ha di piu’ un ipod rispetto al tuo akai?
    ti parlo sempre da musicista che lavora in studio di registrazione e la risposta e’ semplice:
    la qualita’ audio di uscita di un’ipod e’ anni luce avanti rispetto a qualsiasi altro lettore mp3. (non a caso moltissimi musicisti lo utilizzano come player di basi durante i loro concerti)
    Se poi lo vuoi usare mentre corri in mezzo al traffic per ascoltarti brani scaricati da internet e magari rippati male, ovvio che uno vale l’altro.
    Come sempre: non ti piace perche’ costa troppo ? non prenderlo!!

  20. 9 dicembre 2008 alle 20:22

    @ Kaiser Sose
    la tua opinione sull’uscita audio può essere condivisibile, ma ce ne sarà uno su cento (a dir tanto) di possessore di ipod per quel motivo, visto che lo usan praticamente tutti per ascoltarsi gli mp3 scaricati da emule…

  21. Kaiser Sose
    9 dicembre 2008 alle 20:59

    Certo, forse anche una persona su 500, l’importante e’ che comunque l’ipod rimane un’apparecchio dalla qualita’ audio nettamente superiore alla media.
    E’ ovvio che se non puoi permetterti una ferrari non la prendi e ti comperi la panda, ma non vedo perche’ criticare negativamente quei “furbacchioni” che preferiscono l’ipod a tutti quegli amenicoli che vendono a 2 soldi (te lo dico perche’ prima di approdare all’ipod ho cambiato almeno 5/6 player diversi).
    Che poi queste persone apprzzino o meno la sua qualita’ audio e’ un discorso a parte, sta’ di fatto che prendendo un’ipod spendi di piu’, ma hai anche un’apparecchio migliore.

  22. 9 dicembre 2008 alle 21:32

    @Kaiser: a me non frega proprio nulla di tutti questi elogi ai prodotti apple che fai. Anche se fossero i migliori prodotti del mondo (e non lo sono) non lo comprerei lo stesso perché non posso accettare di sottostare ai vincoli che apple mi pone su iphone o su mac os x o sull’ipod: non puoi usare altri programmi se non itunes, non puoi installare le applicazioni se non quelle di applestore, ecc.
    Ma scherziamo?

    Se pago voglio poter fare quel che mi pare, non ubbidire a Steve Jobs.

    Tu ste cose non le puoi capire perché ti poni come semplice consumatore di prodotti, non come utente.

  23. 9 dicembre 2008 alle 21:42

    @guiodic
    capisco il tuo disappunto, ank’io come te non sopporto questa cosa… ma che siano i migliori prodotti, bhè… ci siamo quasi!🙂
    io penso che siano secondi solo a IBM… e in ogni caso c’è sempre un modo per trovare alternativ e alla chiusura di Apple!😉

  24. Kaiser Sose
    9 dicembre 2008 alle 22:09

    Frena un’attimo… certo non ci conoscismo, ma io lavoro per mezza giornata da 20 anni come sistemista Unix/BSD/Linux per conto di alcune societa’ di informatica, ed uso linux fin dalla sua prima versione (per non parlare di BSD che lo uso dai tempi dell’universita’.
    Per l’altra meta’ della giornata ho la fortuna di fare il musicista e come ti dicevo, NON ESISTE in ambiente opensource un programma professionalmente decente per comporre musica ad un livello decente, e credimi, non e’ solo il caso di programmi per far musica.
    Se me ne trovi uno tu m fai un grosso piacere, ma sicuramente non ce la farai.
    E non e’ solo il caso dell’ambito musicale che il mondo opensource e’ carente, basta girare un po per le aziende di una certa dimensione per capirlo.

  25. Kaiser Sose
    9 dicembre 2008 alle 22:09

    ah…se linux non mi da gli strumenti per lavorare, che faccio ?? non lavoro piuttosto di usare macosx ??? ma che vai farneticando ???

  26. Kaiser Sose
    9 dicembre 2008 alle 22:14

    usare un programma di produzione audio e’ essere un consumatore e non un utente ??? e da quando ??

  27. 10 dicembre 2008 alle 7:28

    Sei solo un chiacchierone, lo si capisce da come scrivi.

    Uno esperto non scrive 3 messaggi di seguito, sa che è contrario alla netiquette.

    Solo per tua informazione fai un giro qui: http://www.harrisonconsoles.com/joomla/index.php e scopri che s.o. usano i veri apparati professionali.

    Comunque ti chiederei gentilmente di usare un comportamento più consono.

  28. Kaiser Sose
    10 dicembre 2008 alle 12:00

    Complimenti !! mi hai risposto con un link che mi manda ad una pagina di apparati che sono una mosca bianca in un mare di vespe !!! bravo !! Credi che quelli siano i soli apparati seri ? potrei risponderti con 100 link di apparati professinali usati nel mondo dello spettacolo e che sono totalmente diveri da quelli.
    E per il mio software musicale ? che mi dici ?
    Devo continuare ad usare quei 4 programmacci di linux?
    A linux manca il software !! e’ un bellissimo so, ma gli manca tutto il resto.
    Pensi che gimp sia come Photoshop ? chiedilo ad uno che fa il grafico di mestiere e non a chi si modifica le foto delle vacanze.
    Credi che mysql sia come oracle ? te lo dico io: NO !! mysql e’ ancora troppo immaturo per poter soppiantare la robustezza di oracle.
    Qui se c’e’ un chiacchierone che spara sentenze senza senso non sono certo io.
    Dovresti essere piu’ analitico nei discorsi che fai, ed accorgerti che linux e l’open source non e’ un bene per tutti, come gli altri sistemi non sono il male da combattere… rimani pure nella tua stanza a credere che smontare e rimontare ubuntu, openmoko e quello che ti trovi per le mani, sia la strada giusta e lascia stare chi deve lavorare veramente

  29. Kaiser Sose
    10 dicembre 2008 alle 12:55

    Dimenticavo, oltre alle mie critiche negative, devo dirti che il tuo sito e’ fatto molto bene, chiarisci in modo semplice molti concetti a chi approda per la prima volta nel mondo linux.
    Continua cosi’ 😉

    • mcmax
      14 agosto 2009 alle 16:07

      Che il Team Apple faccia bene le cose e’ davanti a tutti. Il successo sono le vendite e i numeri che stanno facendo rispetto alla recessione dei concorrenti. Che Linux pecchi di troppi programmi di tutto di piu’ ma di fatti bene user frendly grafica ai livelli Apple qui raga il discorso si fa lungo. Avete notato che negli ultimi 2 Anni i tool Linux e BSD hanno assunto una curva stanca nello sviluppo. Avete notato che in Apple con l’avvento di cocoun l’iphone ha una applicazione al minuto stabile e funzionante? Be cominciamo a chiederci se vale la pena avere 1000 tools/programmi e un musicista debba rivolgersi a Apple in quanto a funzioni ed affidabilita’. Credo che il modello opensource stia pagando un bel prezzo nel rate di sviluppo delle applicazioni. Si impone una rivisitazione alle idee e al modello di sviluppo del software LINUX se non vogliamo vederlo competere con funzioni e modi di utilizzo che lo metteranno fisiologicamente in pensione rapidamente. Stesso destino per i prodotti Windows desktop che pagano in Vista fiacco di vendite poco apprezzato e suo fratello SEVEN che gia’ ai test dei beta tester lascia molto stupiti delle innvozazioni mancate.

      • 14 agosto 2009 alle 16:22

        mah, un sacco di soliti luoghi comuni

  30. 10 dicembre 2008 alle 21:37

    Quegli apparati usa Ardour.

    Ciao😉

  31. 17 dicembre 2008 alle 14:30

    azz
    volevo commentare dicendo che in genere quando ci si comporta come apple con ipod in questo modo è perché si è in difficoltà…
    e non a caso se seguite le vicende della mela questo lo si capisce bene, visto che ne vogliono fare una console per giochi, e non sono solo roumors…
    ma sono shoccato da kaiser…

  1. 18 gennaio 2016 alle 13:05

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: