Home > GNU/Linux, Riflessioni > OpenOffice.org: ribbon o non ribbon?

OpenOffice.org: ribbon o non ribbon?

Dopo un lungo periodo in cui si è discusso di diverse ipotesi per una nuova interfaccia di OpenOffice, la scelta sembra essere ricaduta su un modello simile al Ribbon di Microsoft Office 2007.

Chi volesse provarla, avendo SUN Java installato, può scaricare questa anteprima.

Ma non tutti sono d’accordo. Ribbon, quando fu introdotto da Microsoft, generò non poche polemiche perché rompeva l’interfaccia standard delle applicazioni. Molti utenti si sono sentiti spaesati e diversi sostenitori di OpenOffice hanno pubblicizzato la suite libera cercando di far passare il messaggio: “è come l’Office che sai usare”.

Ora le cose cambiano e i mugugni sono molto forti. La maggioranza degli oltre 500 tester della nuova interfaccia sembrano non gradirla.

Personalmente anche io mi sono trovato un po’ spaesato da Ribbon, quando comparve su MS Office 2007. Ma una volta superato lo spaesamento, bisogna onestamente riconoscere che la logica dell’interfaccia è razionale e facile da usare.

E, del resto, MS non ha inventato nulla. Volete vedere Ribbon in una interfaccia di un programma libero? Ecco un esempio: Bluefish.

Onestamente non credo che occorra ripudiare Ribbon solo perché imita una funzionalità “inventata” da Microsoft, come alcuni stanno suggerendo di fare al team di OpenOffice.org.

Meglio valutare vantaggi e svantaggi. E magari l’ideale sarebbe lasciare facoltà di scelta all’utente tra l’interfaccia tradizionale e quella nuova.

E voi che ne pensate? Vi piace Ribbon o no?

  1. GM
    18 agosto 2009 alle 19:48

    Le poche volte che l’ho usato sulla suite Microsoft non mi sono trovato male, del resto è solo questione di abitudine.
    Sicuramente sono favorevole ad una scelta nelle opzioni tra visualizzazione standard e ribbon, che mi sembra poter sfruttare di più tutto lo spazio libero della barra.
    Anche se dovessero eliminare del tutto la visualizzazione standard non sarà un dramma.
    In fondo è proprio il discorso dell’abitudine di utilizzo che frena molti utenti Windows nel passare a GNU/Linux, non vorremmo mica cadere nello stesso errore?

  2. 18 agosto 2009 alle 20:48

    utilizzo office 2007 quotidianamente a lavoro e mi trovo benissimo con ribbon, dopo i primi giorni di spaesamento devo ammettere che trovo tutti i comandi in maniera ordinata e razionale.

    quindi quello che posso dire è ben venga ribbon, purchè semplifichi l’utilizzo di OOo. l’ottimo sarebbe poter aver libertà di scegliere l’interfaccia (ribbon o non ribbon) in maniera semplice e pulita

  3. 18 agosto 2009 alle 20:50

    Mah sarò sincero: Ribbon è la prima vera innovazione bella user experience di MS Office da decenni. Come ogni innovazione nell’usabilità fa storcere il naso a chi fino a quel momento era abituato a lavorare in un certo modo e fa la gioia di tutti quelli che non avevano mai apprezzato veramente il tradizionale modo di lavorare.

    Io personalmente ho sempre trovato le suite per l’ufficio dei programmi pallosi. Necessari, complicati (alzi la mano chi sa usare tutte le funzioni di MS Office od OpenOffice.org) e utilizzando i quali non ho mai provato “piacere”.
    Per questo quando ho visto per la prima volta Office 2007 sono rimasto piacevolmente colpito. La nuova interfaccia lascia spaesati al primo approccio, ma poi a dire il vero ci si libera dell’interfaccia e si può finalmente iniziare a pensare al contenuto. Secondo me, ribbon è un’interfaccia molto più diretta. Senza tendine e tendone, con ribbon si ottiene più velocemnente un risultato visibile.

    Beh questo è il mio parere personale rispetto a Ribbonm un parere di un utente che usa la suite office per produrre piccole ricerche saltuariamente e che non deve guadagnarcisi il pane. Molto probabilmente chi ha degli automatismi troverà il passaggio a ribbon un po’ seccante. Personalmente comunque, trovo che sia stato un passo in avanti dal quale openoffice dovrebbe imparare.

    Attenzione, imparare non significa copiare. Per me ribbon è un concetto innovativo che va comunque lisciato e limato a dovere. E soprattutto adesso che sappiamo che in molti preferiscono non dover cambiare le proprie abitudini, possiamo immaginare di concepire un prodotto in cui si può facilmente switchare da un’interfaccia all’altra (ma poi, se anche OOo decidesse di innovare in tal senso… chi ci vieta di forkare e restare con l’attuale UI? Questo è il software libero, gente!).

    • 18 agosto 2009 alle 20:56

      Devo dire che una cosa che vorrei vedere in OOo, molto più del ribbon, sono le tab per i documenti, come ce le ha Lotus Symphony.

  4. airport93
    18 agosto 2009 alle 21:07

    Se ottimizzano lo spazio e migliorano visivamente il comparto pulsanti credo che sia veramente bella e pratica😉.

  5. 18 agosto 2009 alle 21:37

    Mi aggrego a quelli che ritengono funzionale ribbon. A patto che migliorino graficamente l’aspetto!

    • 18 agosto 2009 alle 21:45

      @dnax: finalmente ho trovato un sito sul quale Chrome mi crasha. Il tuo😀

      • 18 agosto 2009 alle 22:53

        O__O A me non crasha… è aggiornato all’ultima build?

  6. vervelover
    18 agosto 2009 alle 21:56

    Bene bene, prende bene l’interfaccia nuova, mi sono vergognato quando spiegavo a una mia amica che su openoffice il numero di pagina non si mette da “inserisci->numero di pagina”, ma bisogna prima inserire il comando di campo e il piè di pagina stando in piedi sulla testa.

  7. R3DKn16h7
    18 agosto 2009 alle 22:45

    Per me, che uso poche funzione speciali si OpenOffice.org, l’attuale interfaccia che mostra tutti i comandi che uso spesso unita alla ormai sviluppata conoscenza delle famigerate scorciatoie da tastiera è la più semplice e razionale esistenze.

    Certo vedendo la Ribbon di Office 2007 ho detto “Wow, questa è proprio bella e comoda”. Usandola ho scoperto che per inserire un grafico clicchi su Inserisci -> Grafico mentre in Openoffice.org (e i vecchi Office (r)) clicchi sull’icona del grafico o pigi sulla scorciatoia giusta.

    Questione di gusti e abitudini. Meglio se ci sono entrambe così uno sceglie.

    Personalmente l’anteprima non mi piace per niente. Ovvio, è solo un’anteprima, eppure manca di quel non so che che mi fa pensare “Wow, questa è proprio bella e comoda”.

  8. tuxthis
    19 agosto 2009 alle 1:32

    Bah!Meno male che è solo un’anteprima…non mi è piaciuta molto!
    Però l’idea non è malissimo,come hanno detto altri prima di me l’interfaccia di Office 2007 è fatta abbastanza bene e l’unica cosa è farci l’abitudine..
    Dall’anteprima si vedeva un tentativo MOLTO abbozzato di replicarla.La modalità “migliore” è quella coi tab secondo me.
    Ciao!E a presto sul forum di ubuntu!😛

  9. aytin
    19 agosto 2009 alle 8:31

    Su un 4:3 il ribbon probabilmente ha un suo perché.
    Sui monitor 16:9 (ormai li vedo ovunque) secondo me spreca troppo spazio.
    Ma non è un solo problema del ribbon.
    Proprio a causa di un ar sempre più diffuso, molte interfacce dovrebbero essere ripensate per sfruttare la risoluzione orizzontale, non sprecare quella verticale.

  10. tonywhite
    19 agosto 2009 alle 20:21

    Il ribbon può anche essere bello in un primo momento(oggettivamente parlando, a me non piace), ma i pannelli preferisco disporli come più mi aggrada. Solitamente li tengo ai lati sinistro e destro dell’area di lavoro. Difficilmente utilizzo 2 linee di pannelli sul lato inferiore ed ancor più difficilmente utilizzo più di 2 pannelli sul lato superiore.

    Con ciò non voglio assolutamente dire che il ribbon non deve essere utilizzato perché io lo trovo scomodo. No. Per altri può essere bello, comodo, utile ed intuitivo al primo colpo d’occhio. Vorrei solo che l’utente possa attivare/disattivare a piacimento il ribbon.

    • Nethan
      23 agosto 2009 alle 15:50

      Casomai sarebbe interessante che questa ribbon si potesse applicare sui lati in maniera, ovviamente, ben ingegnata. Vero è che ora sulle scrivanie stanno anche dei 24″, però lo spazio verticale non è mai abbastanza.. vedi google chrome…

  11. 25 agosto 2009 alle 17:50

    Ribbon… non Ribbon…. e’ sempre una questione di task utente.

    Per quel che ci devo fare io, ossia solo scrivere in un monitor 16:9 lo spazio occupato dal Ribbon in alto e’ spazio sprecato.

    A sto punto e’ meglio la classica barretta con una fila di icone dove decido io quali far vedere e quali no.
    Per altri il discoroso sara’ ovvimanten diverso.
    Per esempio il mio collega che e’ in 4:3 vorrebbe i controlli ai lati in verticale.

    La soluziome migliore alla lunga sarebbe che uno parta con una visualizzazione “di default” ma poi puo’ anche mettere i controlli dove gli pare e come gli pare. (strano… mi ricorda i tasti programmabili PF1, PF2 sulle vecchie tastiere del 386 di mio padre) Con possibilita’ di switch immediato.

    In questo modo il neofita ha la garanzia del default e il power user fa come cavolo gli pare.

    • 25 agosto 2009 alle 17:57

      Il problema esiste da 30 anni: i monitor dovrebbero essere verticali…
      Ormai però la gente usa il pc per vedere i film e così i monitor diventano sempre più orizzontali.

      • 25 agosto 2009 alle 18:02

        >> Il problema esiste da 30 anni: i monitor dovrebbero essere
        >> verticali…

        heheheh vedi… questo sarebbe il top per te, non per me🙂
        cvd: un problema di task utente🙂

  12. mattiem
    27 agosto 2009 alle 9:05

    Quoto appieno la proposta dello switch per passare dal ribbon all’interfaccia tradizionale…
    @ guiodic: grazie per i tuoi consigli sul forum di ubuntu!

  13. mika29
    28 agosto 2009 alle 16:31

    A me non piace molto. Se ci fosse davvero la possibilità di scelta sarebbe molto meglio

  14. geo
    19 novembre 2010 alle 18:48

    Odio la ribbon… mi piacerebbe sopprimere chi l’ha inventata senza possibilità di mantenere le impostazioni tradizionali. Il bello è che se resti fedele al vecchio programma, ti tagliano fuori, perchè il tuo pc prima o poi si inchioda. Belle tutte le icone colorate allo stesso modo, il bell’azzurrino sfumato che si ombreggiano e cambiano colore quando ci passi sopra con il mouse… una ca…ta!!!! bella solo per quelli a cui piacciono gli effetti stratosferici che ti fanno consumare una migliardata di Mbyte per scrivere una letterina che scrivevi anche prima con l’Atari. Viva il Word2 e tutti i programmi usciti in quel periodo, un bell’Autocad LT 95 o 98 o 2000 che costava poco e faceva tutto quello che ti serviva.
    Ma possibile che un imbecille qualsiasi ti deve stravolgere il modo di lavorare e ti obbliga a farlo, altrimenti non lavori più… io sò solo che se perdo un giorno per per cercare un’icona o un comando, quel giorno non te lo paga nessuno…

    • claudio
      29 dicembre 2012 alle 18:59

      Bravo geo sono perfettamente d’accordo. Più passa il tempo e mi convinco che l’interfaccia ribbon è solo una perdita di tempo. Un esempio su tutti sapete come si fa in word 2007 a vedere che dimensioni ha il file documento su cui si sta lavorando? Ho messo più di un mese a ritrovarlo: si deve cliccare sul pulsante office in alto a sinistra poi sulla voce ‘Prepara’ (prepara??? Alla faccia della logica e dell’intuitività!!) e poi cliccare su proprietà, poi cliccare in alto a sinistra sul documento dove compare la scritta ‘Proprietà documento’ quindi si apre la tendina ed infine, dulcis in fundo, cliccare su ‘Proprietà avanzate …’. Veramente molto pratico no? Stessa operazione su office 2003 l’ultimo con l’interfaccia classica: cliccare su meù ‘File’ e poi su ‘Proprietà’ fine. E che dire della protezione da scrittura del documento? si trova nella barra mutlifunzione ‘Revisione’ (mah…) ed indovinate dov sono le Macro? Ma ‘naturalmente’ nella barra ‘Visualizza’ dove altro potrebbe stare!!! Ovviamente come dice anche Guido vi sembra logico che nell’era dove regnano i monitor 16:9 si progetta un’interfaccia che consuma ancor di più spazio in verticale lasciando ai lati distese sconfinate. Mi stupisco che possano esserci utilizzatori che la trovano logica, intuitiva, pratica ecc. Forse è la prima volta che utilizzano un programma…

    • 30 dicembre 2012 alle 16:53

      Secondo me, invece, la ribbon non è male tout-cour. Bisogna solo abituarsi. E poi comunque ci sono esempi positivi e negativi della sua buona o cattiva applicazione. Innazintutto bisogna fare una distinzione tra la ribbon implementata in office 2007 e quella in office 2010. Se nella versione 2007 l’interfaccia era veramente poco usabile, in office 2010 sono stati fatti diversi passi in avanti, anche se secondo me, lo zen assoluto è stato raggiunto in ambiente Mac OS, dove in Office 2011 microsoft ha implementato la ribbon senza compromettere l’usabilità classica dell’applicazione. La menubar continua a presentare i tradizionali menu, mentre le barre degli strumenti sono state rivoluzionate, raggruppando in schede (ribbon) le principali funzioni, migliorando di molto l’usabilità del programma. Credo sia un ottimo esempio di come OpenOffice.org/LibreOffice potrebbero modernizzare la propria interfaccia senza perdere in usabilità e controllo da parte dei power users.

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: