Home > GNU/Linux, Guide pratiche GNU/Linux > Sfanculiamo Skype e MSN, Pidgin è la risposta

Sfanculiamo Skype e MSN, Pidgin è la risposta

pidginavGrazie all’amico Claudio Rava ho testato Pidgin con l’audio/video. E funziona!

La versione funzionante è però quella dei repository “ufficiali” degli sviluppatori.

La qualità webcam non è eccelsa, ma per ora ci si può accontentare.

Ho aggiornato la guida di conseguenza.

https://guiodic.wordpress.com/2009/08/22/pidgin-2-6-1-su-ubuntu/

Sfanculiamo Skype e MSN, Pidgin è la risposta

  1. 23 agosto 2009 alle 16:50

    E l’audio come funziona? bisogna vedere quanta banda sciupa rispetto a pidgin, e ovviamente se la qualità è la stessa o migliore.

    Funziona solo tra utenti gmail e basta? O va bene anche qualsiasi account jabber?

    E’ possibile fare solo chiamate audio oppure solo video? O bisogna per forza fare audio/video?

    • 23 agosto 2009 alle 17:58

      L’audio mi pare vada bene. E’ possibile fare sia solo video che solo audio che audio/video.
      Funziona con xmpp quindi credo anche jabber.

  2. Cla
    23 agosto 2009 alle 18:07

    Diciamo che l’audio è accettabile, niente di che ma si capisce abbastanza bene cìo che si dice, c’è solo un leggerissimo frusio in sottofondo ma magari sono solo da tarare bene i volumi dei microfoni..
    Il video invece fa un pò più schifo, soprattutto se confrontato a quello di skype.. però vabbe è la prima release, miglioreanno spero.

    Si, puoi fare chiamate solo audio o solo video, ci sono le opzioni apposta.

    Comunque ho provato a fare una chiamata da pigin a gmail (dal web sotto windows si potevano gia fare videochiamate) ma continua a dare un errore indecifrabile.. boh.

    Per ora direi che se non si hanno grosse pretese e se entrambi gli interlocutori hanno pidgin+ubuntu si può gia sostituire skype abbastanza bene.. negli altri casi c’è qualcosa da limare.

  3. fiero_alleaten
    23 agosto 2009 alle 22:04

    Mi sembra di ricordare che gli sviluppatori di Ubuntu stessero anche strizzando l’occhio a Empathy per la messaggistica istantanea, mi sbaglio?

  4. deiv
    24 agosto 2009 alle 0:32

    non sbagli, su ubuntu 9.10 pidgin non c’è proprio, al suo posto c’è già empathy

  5. actarus
    24 agosto 2009 alle 2:02

    la cui preferenza mi è arcana…
    provato empathy su KK alpha4 e non mi sembra abbia nulla a che vedere con Pidgin (vieppiù con i tanti fastidiosi bug corretti nell’ultima versione oltre alle nuove -tutto sommato- promettenti applicazioni)…
    mah. il bello dell’open source è anche questo… chi vivrà vedrà…

    • deiv
      24 agosto 2009 alle 13:43

      a quanto ho capito, la vera novità è telepathy, una libreria che permette a qualunque programma di accedere ai contatti IM per farci varie cose. Per esempio il gioco degli scacchi può sfruttare telepathy per contattare qualcuno e fare una partita insieme, invece di fare casini con gli ip (che sarebbero un concetto specialistico con il quale il “normale utente” non dovrebbe avere a che fare). Empathy è il programma che sfrutta telepathy per chattare, quindi è stato preferito a pidgin perchè sfrutta una libreria su cui si punta molto per l’innovazione che porterà.

      Sul lungo periodo direi che la scelta è buona🙂

  6. fiero_alleaten
    24 agosto 2009 alle 13:58

    Beh, immagino che sia una scelta che farà discutere🙂. Scusa Guido per l’OT, ma immagino già che in futuro ci fornirai le tue opinioni a riguardo🙂. Spero solo che sia Pidgin che Empathy migliorino il supporto al protocollo MSN, almeno ai livelli del vecchio emesene. Per quanto sarebbe bello sfancularlo, è ormai un dato di fatto che (tristemente) lo usano praticamente tutti😦.

  7. Marco
    25 agosto 2009 alle 14:04

    Non puoi sfanculare niente!
    MSN e Skype sono degli enormi standard e nonostante le alternative
    Linux funzionino egregiamente, non convincerai milioni di persone
    a cambiare IM & VoIP quando non cambierebbero nemmeno il sistema operativo… nonostante l’evidente vantaggio!

    Posto, senza illusioni, che siamo mosche bianche… o pinguini tra i tordi, la tendenza dovrebbe essere quella di integrare i nostri Sw opensource con quei protocolli.
    Questo già avviene per MSN ma la cosa che mi auguro maggiormente è che avvenga con Skype, come è già accaduto in cina quando da un reverse engineering hanno creato un client skype alternativo, che terranno in un cassetto forse per ragioni legali.

    Non recintiamoci da soli…

  8. 25 agosto 2009 alle 17:15

    >> Non puoi sfanculare niente!
    >> MSN e Skype sono degli enormi standard e nonostante le
    >> alternative Linux funzionino egregiamente, non convincerai
    >> milioni di persone a cambiare IM & VoIP quando non cambierebbero
    >> nemmeno il sistema operativo… nonostante l’evidente vantaggio!
    >> […]

    Quoto, ma aggiungo… ragazzi e’ molto semplice, anche se gli “oltranzisti” di linux proprio non lo capiscono.

    Non e’ affatto vero che e’ tecnologia migliore che vince sul mercato (e comunque non e’ questo il caso visto che ad esempio il video non e’ paragonabile a skype).
    Non lo e’ mai stato. Gia’ ai tempi di Edison era cosi’.

    In piu’ l’uomo come ogni animale non vuole fare fatica, e cambiare e’ fatica, quindi meno fatica gli fate fare, piu’ cambia volentieri.

    Quindi i casi sono due, o si e’ disposti ad aspettare che la gente capisca da sola e cambi oppure bisogna adattarsi e convivere anche con l’esistente.

    Personalmente io di aspettare non ho mezza voglia, aspetto gia’ l’autobus tutti i giorni e mi basta. Quando il prodotto sara’ stabile e compatibile allora ci pensero’.

    • 25 agosto 2009 alle 17:31

      Se ogni utente GNU/Linux pubblicizzasse i servizi e formati aperti, forse….

  9. fiero_alleaten
    25 agosto 2009 alle 17:41

    Liberarsi di MSN in quanto protocollo non sarebbe male, tutti i sostenitori di Linux saranno sempre contrari agli standard chiusi, così è e così dev’essere.

    Il fatto è molto semplice, lo avete già detto, MSN è un modo di comunicare ormai fortemente affermato, non ci possiamo fare molto, né possiamo convincere la gente a cambiare protocollo. Quello che possiamo fare invece è quello che abbiamo sempre fatto, continuare a sviluppare applicazioni per fare di tutto (parlo in prima persona plurale anche se io non so fare nulla, bel paraculo xD), supportare quindi anche MSN, e se Microsoft non ci aiuta (se aiuto si chiama quello che propongono per MacOS), lo faremo di ingegneria inversa. Programmi di messaggistica multiprotocollo come Pidgin andrebbero potenziati, dotati di una solida base per MSN, dato che è quello che chiede la gente: abbiamo bisogno di comunicare con chi lo usa tutti i giorni. Se solo si arrivasse al livello di Emesene, o meglio aMSN, sarebbe un ottimo traguardo. A quel punto, unendo MSN completo agli altri protocolli, daremmo una bella lezione agli user Win.

    Io non voglio essere al livello di Windows in campo di messaggistica, voglio essere invidiato xD.

    • 25 agosto 2009 alle 19:04

      hehehe come quel comico che diceva

      * non capisco perche’ le donne chiedono la parita’ quando potrebbero chiedere la superiorita’ *
      😀

  10. pinzia
    8 settembre 2009 alle 3:14

    So che è un post vecchio, ma volevo comunque rispondere.
    Trovo assurdo pensare che sia GNU/Linux che deve adeguarsi (anche in questo caso)a seguire qualcosa di chiuso e proprietario quando potrebbero benissimo esser gli altri produttori a seguire uno standard (XMPP->ex jabber) ad adeguarsi.
    Con msn o skype non potremo mai esser al livello di quello che producono i rispettivi proprietari, ma seguiremo sempre, e saremo con la possibilità di trovarci bloccati per un cambio di indirizzo, e gli sviluppatori dovranno sempre perdere tempo con il reverse…assurdo. La possibilità esiste ed è usabile anche per le altre piattaforme (gtalk ad esempio o psi, o iChat stesso). Non facciamo come per i documenti che tutti dicono “doc,xls ecc.. sono lo standard” non è vero, se vogliamo possiamo far diventare odf lo standard! basta sbattersi un po’ e farlo conoscere.

    Tanto per la cronaca google, quando possibile, usa protocolli e formati liberi (ad esempio jabber, odt), perché può seguire meglio lo sviluppo, può risparmiare milioni sulle royalties, può supportare più piattaforme. Facebook stessa per la sua chat doveva usare jabber, il tutto è semplicemente stato rimandato per il momento, quando vorrà usare anche l’audio ed il video passerà sicuramente a questo e non certo a msnp/lwm o skype (a meno di forti finanziamenti da parte di certe aziende)

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: