Home > GNU/Linux, Niente di serio > Cazzate super-galattiche su Chip.it

Cazzate super-galattiche su Chip.it

Su segnalazione di MasterPJ

Dire che Windows 7 è più sicuro di GNU/Linux o di Mac OS X perché ha un “centro di sicurezza” è un po’ come dire che un’automobile con i freni rotti è più sicura di una con i freni pienamente efficienti solo perché ha l’airbag.

Eppure è ciò che si può leggere in un articolo pubblicato sul sito Chip.it che fa capo alla famosa rivista.

EDIT. Ho riflettuto su questa metafora e mi sono accorto che non è pienamente corretta. In effetti Windows non fornisce neppure l’airbag (vale a dire l’antivirus) che invece va comprato a parte (fanno un sistema di cacca e manco l’antivirus gratis ti danno…). Alla fine dei conti Windows fornisce solo un “avvisatore” che ti dice se l’airbag c’è oppure no… quindi è anche peggio di quello che inizialmente ho scritto.

Io non so da dove prendano la gente che scrive su certi giornali o riviste, ma qui siamo di fronte davvero all’inverosimile: parlare di ignoranza è poco e probabilmente dietro c’è una grossa marchetta a favore di Microsoft.

Prima cazzata:

Contrariamente ai concorrenti, Microsoft ha sempre procurato rapidamente una patch: per Windows il secondo martedì del mese è sempre giorno di patch

Quindi aggiornare il sistema ogni mese è più “sicuro” di aggiornarlo quando il problema viene scoperto. Ma che logica è?

Seconda cazzata:

Apple e Linux non hanno un programma fisso per gli aggiornamenti. In Mac OS X (come in Windows 7), un Update Manager integrato verifica la presenza di aggiornamenti a intervalli ben precisi. In Kubuntu invece ci deve pensare l’utente.

Ma scherziamo? Gli aggiornamenti di sicurezza vengono segnalati automaticamente ed è anche possibile farli installare senza richiesta di autorizzazione dell’utente stesso. Una balla così non l’avevo mai letta.

Terza cazzata:

Windows 7 è l’unico tra i sistemi testati a offrire un Centro Sicurezza PC, nel quale l’utente può tenere sotto controllo tutte le funzioni di sicurezza più importanti. In caso di malfunzionamento del firewall, per esempio, Microsoft avvisa l’utente e propone possibili soluzioni.
Snow Leopard e Kubuntu non dispongono di un servizio simile.

E a cosa servirebbe un “centro sicurezza pc” in due sistemi dove in sostanza i virus non esistono?

Apple e Linux presentano un’ulteriore fatale mancanza: nei computer OS X il firewall è disattivato di default e chi vuole essere protetto con Kubuntu in alcune distribuzioni deve addirittura installare il firewall a posteriori.

Idem come sopra: Windows ha un firewall attivo di default perché è un sistema che non offre una sicurezza di base decente. Il 99% degli utenti GNU/Linux naviga senza alcun firewall ma non ha alcun problema.

Ogni modifica apportata al sistema richiede una conferma: in Kubuntu e Mac OS X è necessario immettere la password. Tuttavia i programmi continuano a funzionare in background. Più raffinata la tecnica adottata da Windows 7: in questo caso la gestione dell’account utente blocca completamente il computer, finché l’utente non autorizza il tool sospetto con un clic del mouse.

A parte il fatto che l’UAC di Windows fa esattamente la stessa cosa di kdesu e gksudo, bloccando gli input dell’utente su altre finestre, va detto come ho sottolineato più volte che l’UAC è solo un palliativo e non risponde a minimi canoni di sicurezza, soprattutto in Windows 7. La stessa Microsoft lo ha ammesso, spiegando che può essere facilmente aggirato.

La vittoria ai punti spetta a Windows 7, anche se per poco. Si tratta infatti dell’unico sistema che dimostra sin d’ora di essere in grado di affermarsi in qualche modo nella battaglia contro gli hacker. Chi invece utilizza OS X o Kubuntu è privo di firewall e di antivirus e spesso si trova a lungo con un sistema privo di patch.

Dov’è l’utilità di un antivirus per sistemi che virus non ne conoscono? e di un firewall in sistemi in cui i servizi sono in generale non aperti all’esterno? Come si fa a dire che chi usa Kubuntu si trova “a lungo con un sistema privo di patch” quando tutti sanno che è l’esatto opposto, ovvero che i tempi di rilascio mensili delle correzioni di sicurezza di Windows sono uno dei motivi (neppure il più importante a dire il vero) della sua insicurezza? Ma dove vive l’autore di questo articolo?

Passiamo alle prestazioni:

Lo svantaggio di Kubuntu, tuttavia, è che a seconda della distribuzione arriva a occupare circa 10 Gb sul disco fisso, mentre Windows 7 utilizza appena 7 Gb.

Balla: Kubuntu occupa appena installato meno di 4 GB. E va considerato che nell’installazione di base c’è già OpenOffice, K3B, quasi tutti i driver per qualsiasi hardware, eccetera eccetera. Windows 7 integra la… calcolatrice.

Questo pezzo dell’articolo è una barzelletta:

Secondo informazioni interne, OS X ha ottimizzato le dimensioni dell’installazione, ma con 8 Gb resta al secondo posto. Comunque, la grande ottimizzazione di OS X non è altro che un trucco. Per i suoi programmatori 1 Gb è costituito da 109 byte anziché da 230.

Un GB è uguale a 109 byte o a 230 byte ??? ma vai a studiare va! Che ignorante! 1 GB è uguale a un miliardo di byte! ma come fa uno così a scrivere su una rivista informatica?

Kubuntu spesso ha richiesto più tempo di tutti gli altri nell’attività quotidiana: problema che va ricondotto alla cattiva ottimizzazione dell’indirizzamento di istruzioni alla Cpu.

Sta frase che significa? Niente. E’ un po’ di tecno-bla-bla-bla.

La differenza si nota soprattutto nelle operazioni riguardanti i file: per copiare 1.239 file da 4,21 Gb complessivi, il sistema Linux ha richiesto 2:12 minuti. Windows 7 è un po’ più veloce (1:58 minuti), ma non raggiunge il tempo di 1:44 minuti di OS X. Il motivo è che il file system di Snow Leopard è armonizzato in maniera ottimale con il sistema e nel complesso è migliore rispetto al file system Fat di Windows 7.

Sono contento di sapere che Windows 7 usa ancora FAT come file system principale….

L’articolo prosegue riferendosi ad alcuni test prestazionali in cui guarda caso Windows è sempre primo ma non viene spiegato con che programmi il test è stato effettuato, o manipolando quale tipo di file, ecc. Non mi stupisce molto che Windows sia più veloce a manipolare file wmv… e ci mancherebbe pure!

Insomma, la disinformazione regna sovrana.

  1. Alan
    9 dicembre 2009 alle 15:20

    Un’ulteriore dimostrazione di come l’informazione sia inficiata da pressioni di (anti)mercato. Molte cose sono comprensibili immediatamente anche per “ignoranti” come me che non hanno conoscenze informatiche, ma che hanno semplicemente constatato le differenze provando di persona i diversi OS e i relativi effetti su medesime macchine.

    Volevo però chiederti un chiarimento.
    Cito testualmente le tue parole: “…Il 99% degli utenti GNU/Linux naviga senza alcun firewall ma non ha alcun problema…”
    Io pensavo che anche se il firewall non si vede graficamente in verità c’è. In ubuntu si può installare firestarter ma è una semplice interfaccia grafica per il firewall, il quale è attivo e modificabile anche senza firestarter ma da terminale.

    • 9 dicembre 2009 alle 16:29

      sì ma il firewall non è configurato di default, quindi è come se non ci fosse.

    • 9 dicembre 2009 alle 16:31

      beh effettivamente nel kernel Linux è presente un modulo (netfilter) che permette la manipolazione di pacchetti di rete. è possibile controllarlo in user-space tramite il tool iptables (installato in modo predefinito in qualsiasi distribuzione degna di tale nome). però chiamarlo semplicemente “firewall” mi sembra riduttivo😉

  2. 9 dicembre 2009 alle 15:26

    Qualche anno fa leggevo quella rivista,ma la lasciai per le troppe cazzate che scriveva.
    Ma questa,veramente,le batte tutte.C’è da mettersi a piangere,vorrei proprio sapere chi ha scritto quell’articolo.
    Complimenti per il blog,ciao! :°D

  3. 9 dicembre 2009 alle 15:26

    Ti posso giurare che non avevo riso così tanto da quando avevo letto la raccolta delle 100 frasi contro Linux
    (specie per la frase Ma tieniti Windows. Linux lascialo a quelli che pensano di averlo più lungo. )😀😀

  4. Alessandro
    9 dicembre 2009 alle 15:29

    Beh cavoli alla faccia di windows-fan qua manca proprio il cervello.. Quasi quasi chiedo di essere assunto io in quella rivista, se non altro ho conoscenze informatiche/elettroniche migliori dell’ artista dei 230 byte ;D

  5. grick
    9 dicembre 2009 alle 15:33

    Tarapia tapioco guidoic, non hai brematurato. Della supercazzola Seven con lo scappellamento a destra ne vogliamo parlare?😀

  6. 9 dicembre 2009 alle 15:42

    Ahhahahhahahaahh! Una dopo l’altra… quante cazzate!!!
    E pensare che fino a pochi mesi fa io regalavo 5.50€ al mese a quegli ignoranti… vado a mettermi in punizione…

  7. Leolas
    9 dicembre 2009 alle 15:44

    ho preso chip per 4 mesi con un mio amico.. Non l’avessi mai fatto!
    E’ la rivista di informatica con più pattume che abbia mai visto! A dire la verità è anche praticamente l’unica che abbia mai preso, ma ad ogni modo sconsiglio a chiunque di prendere quella “cosa” (a meno che non sia finita la carta igienica in tutti i negozi della città, ma ne dubito)

    • 9 dicembre 2009 alle 15:56

      sconsiglio a chiunque di prendere quella “cosa” (a meno che non sia finita la carta igienica in tutti i negozi della città, ma ne dubito)

      In tal caso io suggerisco Windows Magazine
      L’ho preso per 2 numeri!! Poi date le caz*ate che diceva ho preferito tornare alla carta igenica foxy!😀

  8. Lello
    9 dicembre 2009 alle 16:05

    Questo articolo mi ha fatto morire dal ridere, ma a pensarci bene è sconcertante. Prima di installare Ubuntu ho cercato informazioni/recensioni in rete su come fosse Gnu/Linux, se avessi trovato queste cazzate mi sarei sicuramente fatto una pessima opinione e non so se avrei formattato Windows.

    • tonywhite
      12 dicembre 2009 alle 12:32

      È quello tenta di fare Microsoft.

  9. NevidS
    9 dicembre 2009 alle 16:09

    Grazie per la segnalazione, hai dato un senso alla giornata.
    Ho postato sul sito il mio contributo, vediamo tra quanto me lo cancellano🙂

    NevidS (non verificato) 09/12/2009
    INOLTRE sul prossimo numero

    INOLTRE sul prossimo numero di Chip:
    – “Se limono con la mia ragazza lei rimane in cinta?”
    – “Il preservativo? Inutile, molto più sicuro il salto della quaglia. tutti i test a confronto.”
    – “Saper leggere la mente. Trucchi e consigli per farlo in ogni occasione.”

    Non mancare, Corri in edicola!

  10. lore
    9 dicembre 2009 alle 16:13

    Allucinante, l’avevo letto la settimana scorsa e rimanevo fra il lol e il wtf.

  11. GM
    9 dicembre 2009 alle 16:20

    E` stato chiaramente pagato da Microsoft, in caso contrario sarebbe un omuncolo veramente patetico che passa per disonesto senza neanche ottenere un compenso.
    Le riviste informatiche (tutte) non hanno più ragione di esistere dall’avvento di internet: le notizie invecchiano subito, le recensioni e le guide si trovano in rete, le interviste pure.
    Poi vabbeh, ci sono i casi limite come Windows Magazine e Chip che all’inutilità aggiungono l’incompetenza e la malafede.

    • Alan
      9 dicembre 2009 alle 16:25

      Sbagli GM. Se la rivista è affidabile e scritta da giornalisti autorevoli allora le persone sarebbero felici di acquistarle.
      Altrimenti tutti i giornali/riviste cartacee non avrebbero senso, eppure ci sono e spero continuino ad esserci.

      • GM
        9 dicembre 2009 alle 22:33

        Infatti ho scritto che non ha senso una rivista cartacea di argomento informatico, ben vengano le specialistiche di altro genere.
        Questo settore è troppo fluido ed in continua evoluzione per poter essere fotografato settimanalmente o mensilmente.
        L’autorevolezza la fa ciò che si scrive e – come penso converrai – di fonti autorevoli la rete è piena.

  12. R3DKn16h7
    9 dicembre 2009 alle 16:34

    Stavo leggendo la parte su: Linux non si aggiorna da solo quando:

    grub-pc:
    * SECURITY UPDATE: fix password validation when using password-based
    authentication

    OPPPS!!!!!

    Che gente incompetente… Questo articolo fa veramente piangere. Con tutti i difetti che puo trovare in GNU/Linux va a crtiticarne i più grandi pregi. Idiota colossale.

    SIIII… WINDOWS 7 il più sicuro sistema al mondo, pensate, possiede il Centro di Sicurezza per PC. Grande Trovata.

  13. Dayro
    9 dicembre 2009 alle 16:36

    OK è uno schifo.
    Ok è disinformativo.
    Ok non ci chiappa una mazza.
    Ma, alla fine della fiera, chi avrà problemi di stabilità e sicurezza?
    Il prossimo malware/virus a larga diffusione quale OS colpirà?
    Ma come è bello sedersi in riva al fiume e aspettare il cadavere…

    • tonywhite
      12 dicembre 2009 alle 12:36

      Io lo so.
      Tu cosa ne pensi?

  14. telperion
    9 dicembre 2009 alle 16:43

    Si vede che c’è la crisi.
    Chip&Chop forse gli articoli li fa scrivere all’unica persona che magari fa anche magazziniere, reception, segretaria, gestione sito web, pulizie, guardiano notturno e verifica delle fonti, il tutto magari a 500€ mensili con contratto precario a progetto o magari in nero.
    Pensate che non esistano situazioni grottesche simili?

    “Qualità” è oramai una parola rottamata, anche in tantissimi altri campi.
    Viva il mercato (degli schiavi).
    LOL

  15. Giancarlo
    9 dicembre 2009 alle 16:45

    Se e’ cosi’ comico dal mese prossimo inizio a comprare CHIP… :-))

  16. 9 dicembre 2009 alle 16:49

    Oddio!! dopo questa avrò gli incubi

  17. Sharma
    9 dicembre 2009 alle 16:49

    Non ridevo così tanto dalle cazzate di Aranzulla..

  18. Shishimaru
    9 dicembre 2009 alle 17:13

    sono molto arrabbiato e allo stesso tempo rido e piango. tutto per la vergogna. quell’ignorante incredibile,dove neppure aranzulla sopracitato sa arrivare (forse…),ha detto tante stronzate quante barzellette! condivido.

  19. 9 dicembre 2009 alle 17:31

    LOL?
    Ma l’hanno messo solo su questo articolo online o anche nella versione cartacea?
    In caso avvisatemi, che l’appendo in camera😉

    Non mi stupirei comunque del fatto che l’articolo sia stato generato appositamente per generare traffico e flame (anche se c’è da dire che l’ignoranza dell’autore è qualcosa che dubito fortemente sia stata simulata ad arte)😮

  20. Danielsan
    9 dicembre 2009 alle 17:39

    A parte che OSX ha il firewall attivo di default.

    Quello che sembra evidente è che M$ deve aver organizzato un qualche weekend informativo in qualche centro benessere, e il probo articolista si è sentito in dovere di declamare (forse anche scopiazzare) i dati rilasciati da M$ tanto per ringraziarla della cordialità e magari sperare in un prossimo invito formato famiglia.

    Però è geniale come basti mettere un centro sicurezza per rendere più sicuro un computer, quindi basta integrare un finestrella centro sicurezza in Ubuntu per renderlo molto più sicuro di Ubuntu.

    Tra l’altro anche alla M$ studiano poco perché non hanno per nulla menzionato che le ultime versioni di Ubuntu caricano di default AppArmor che ha una serie di profili già impostati di sicurezza per varie applicazioni, come ad esempio quello per Firefox.

  21. Alessandro
    9 dicembre 2009 alle 17:57

    Beh chiediamo alla Canocial se nel prossimo ubuntu ci mette il centro di sicurezze che dice: “sono le xx:xx e tutto va bene”, almeno poi siamo più sicuri no?

    • Danielsan
      9 dicembre 2009 alle 18:16

      A livello di Marketing a quanto pare funziona.

  22. 9 dicembre 2009 alle 18:11

    Forse con 109 e 230 intendevano dire 10^9 (appunto un miliardo) e 2^30(un giga, in ambito informatico si va a potenze di due), si sono persi l’elevamento a potenza e chi ha corretto l’articolo non sapeva di cosa si stava parlando… (ma forse neanche chi lo ha scritto)

    • 9 dicembre 2009 alle 18:13

      wow…. non ci avevo fatto caso.

    • rief
      11 dicembre 2009 alle 11:38

      Curiosamente non trovo che la giustificazione regga, sbagliare una cosa simile in una rivista di informatica NON ha giustificazione😀

  23. 9 dicembre 2009 alle 18:49

    A proposito di virus, ho letto un articolo su OMG Ubuntu in cui si segnalava la presenza di un virus su un deb scaricabile da gnome-llok che si fingeva un qualcosa per il desktop.

    Mi è presa immediatamente la voglia di un antivirus, su win usavo avasta che è disponiile anche per linux, se no ho sentito parlare di claim.

    Che mi consigliate?

    • Shishimaru
      9 dicembre 2009 alle 18:55

      non voglio dire cose immonde… ma se non sbaglio gli antivirus che girano su gnu/linux tolgono solo i virus di windows. questo serve in caso,per fare un esempio,si mandi un file infetto a un utente windows. insomma,facciamo anche i favori😉

    • 9 dicembre 2009 alle 21:06

      Ma che stai a scherzà? basta che non installi pacchetti di dubbia provenienza. E poi un antivirus non serve assolutamente a nulla di fronte a questo tipo di minacce che sono trojan, non virus. L’unica difesa è il buon senso.

  24. 9 dicembre 2009 alle 18:49

    Ciao a tutti!
    L’ignoranza regna sovrana!!
    Inizialmente pensavo che l’articolo fosse scritto in chiave ironica…poi quando ho capito che non lo era ci sono rimasto di sasso! Ma come cavolo può una persona scrivere simili scemenze?
    Spero solo che la gente legga questi articoli e chiuda definitivamente con siti che pubblicano scemenze simili. A presto! Ciao
    HackGeek

  25. tufanomichele
    9 dicembre 2009 alle 19:32

    Capisco che vuoi far sembrare Windows più sicuro e veloce di Linux, ma almeno non sbagliare di quanti byte è formato un GibaByte e che Windows utilizza un filesystem fat -.-‘.

    Allucinante!

  26. Ema90
    9 dicembre 2009 alle 19:49

    Ma sapete come si chiama quello che ha scritto l’articolo?

    • R3DKn16h7
      9 dicembre 2009 alle 21:51

      No, e a me sembra anche che i commenti all’articolo non vadano… A voi vanno?

  27. Lorenzo
    9 dicembre 2009 alle 20:21

    Per sintetizzare l’articolo: “Windows 7 è migliore di Linux e OSX nel gestire i problemi di windows 7”

  28. Stratodream
    9 dicembre 2009 alle 20:23

    Devo confessare che non ho mai letto tante amenità tutte di seguito.

  29. Bill Gates
    9 dicembre 2009 alle 20:41

    Shittin you . Our Passion .

  30. idl3
    9 dicembre 2009 alle 21:05

    Ci sono quattro possibilita’:
    1) l’hanno scritto su commissione per la Microsoft;
    2) l’ha scritto un incompetente che ha usato un creatore frasi random;
    3) l’hanno scritto per creare flame ed incrementare le visite;
    4) siamo tutti vittime di allucinazioni collettive.

  31. Steve Jobs
    9 dicembre 2009 alle 21:10

    Oh raga , spacchiamoli il culo!!!

    • Steve Ballmer
      9 dicembre 2009 alle 21:19

      Sucaaaaaaaaaaaaa!!!!

  32. mika29
    9 dicembre 2009 alle 21:20

    Ma chi è l’autore….windows non usa più il fat da 10 anni (scherzo, windows xp lo faceva) ma la prima è una cavolata colossale, anche un demente ci arriva a capire che è una cosa senza senso….da quando l’aggiornamento mensile è migliore di un aggiornamento giornaliero….è assurdo!!!

  33. turbo
    9 dicembre 2009 alle 21:23

    Citazione da wikipedia:

    Gigabyte e gibibyte
    ….
    * 1.000.000.000 byte = 10003 = 10 (elevato) 9 byte = 1 miliardo di byte

    * 1.073.741.824 byte = 10243 = 2 (elevato) 30 byte = 1 gibibyte

    109 byte e 230 byte era in realtà 10 elevato 9 e 2 elevato 30, insomma, una potenza.
    Però l’autore ha fatto un copia e incolla (in windows 7, magari…) e non ha controllato🙂
    E’ un grande !!🙂

  34. turbo
    9 dicembre 2009 alle 21:26

    oops

    Citazione da wikipedia:

    Gigabyte e gibibyte
    ….
    * 1.000.000.000 byte = 1000 (elevato) 3 = 10 (elevato) 9 byte = 1 miliardo di byte

    * 1.073.741.824 byte = 1024 (elevato) 3 = 2 (elevato) 30 byte = 1 gibibyte

    109 byte e 230 byte era in realtà 10 elevato 9 e 2 elevato 30, insomma, una potenza.
    Però l’autore ha fatto un copia e incolla (in windows 7, magari…) e non ha controllato🙂
    E’ un grande !!🙂

  35. superlex
    9 dicembre 2009 alle 21:33

    Povera la mia kubuntu.. è conciata proprio male quindi (LOL)

  36. menelicte
    9 dicembre 2009 alle 22:00

    Appurato che quei valori in byte sono delle potenze, questo sofismo è fenomenale:

    “Secondo informazioni interne, OS X ha ottimizzato le dimensioni dell’installazione, ma con 8 Gb resta al secondo posto. Comunque, la grande ottimizzazione di OS X non è altro che un trucco. Per i suoi programmatori 1 Gb è costituito da 109 byte anziché da 230. Se nella vecchia versione di Mac OS un vecchio disco da 1 Terabyte appariva ancora con una capacità di dati di 931,19 Gb, ora Snow Leopard mostra 999,86 Gb e fa credere all’utente che ci sia più spazio disponibile. Lo stesso vale per i singoli file.”

    Poche idee, ma confuse😀

  37. mustangtux
    9 dicembre 2009 alle 22:28

    😮 ragazzi, ma io lascio la scuola… e mi faccio assumere da sti qua… almeno aumento un pò il livello! cavoli ma veramente dove lo hanno trovato? lol

  38. superlex
    9 dicembre 2009 alle 22:48

    Secondo me è stato semplicemente pagato dalla microsoft per dire quelle cose lì😛

    • Microsoft
      9 dicembre 2009 alle 22:57

      No , purtroppo era tanto scemo che non ha accettato alcun compenso

  39. xxx
    9 dicembre 2009 alle 23:02

    muahahahahaaahhahahahahahah mmmm mmmm maahahahahahah
    non mi fermo più…
    ahahahahahahahahaaaahhhaahhh

  40. MasterPJ
    9 dicembre 2009 alle 23:05

    Quando ho letto l’articolo completo non sapevo se scoppiare di rabbia o se piegarmi in 2 dal ridere. Fatto sta che se pensate che il più della gente legge ste cose su riviste, quindi PAGA per questo tipo d’informazione…. non mi stupisce più che il 90% degli utenti siano con Windows, felici e contenti fra l’altro!!!!! muhauhauha

  41. superlex
    9 dicembre 2009 alle 23:25

    Si ma avete letto i commenti in quella discussione? non mi sembra abbia avuto molto successo ah ah ah ah

  42. zakunin
    9 dicembre 2009 alle 23:45

    Esilarante questo ciclo di posts sulle cazzate.

    Certo il tipo di questo articolo, ha superato se stesso.

  43. superlex
    10 dicembre 2009 alle 0:18

    Sì ma chi può leggere un articolo che inizia con “Finora scegliere il sistema operativo era facile” ?

  44. 10 dicembre 2009 alle 3:52

    Ciao,
    ti segnalo un’altra ca##ata scritta:
    Crittografia:
    – Win7: Sì, per l’intero sistema;
    – MacOS: Sì, solo per la Home;
    – Kubuntu: No.
    Peccato che chi ha scritto questa specie di articolo non sa che con Ubuntu/Kubuntu è possibile cifrare l’intero sistema con uno dei migliori algoritmi attualmente in circolazione, molto sicuro ed anche molto veloce: AES 256 bit.

  45. Alessandro
    10 dicembre 2009 alle 10:18

    si ma non è il suo comportamento di default la crittografia, spesso quando si fanno confronti tra SO si guarda solo alle opzioni di default sennò anche sul mio windows esiste una partizione dedicata per la SWAP come in linux, ma di norma non si comporterebbe così, va bene come discorso per far capire la ormai conclamata ignoranza dello scrittore ma parlando di comportamenti di default non ha torto.

    Anche se la crittografia di W7 crea qualche casini con la retrocompatibilità, se io sposto un file da Xp a W7 ad esempio su W7 viene criptato, poi lo rimetto su Xp e: non ci accedo più.

    Ma da microsoft c’ era da aspettarselo

    • 10 dicembre 2009 alle 11:03

      scusa ma che c’entra, mica Windows cripta le partizioni di default, lo stesso Ubuntu. Devi farglielo fare, in fase di installazione oppure dopo.

      • Alessandro
        10 dicembre 2009 alle 11:46

        windows 7 ultimate o professiona criptano di default o meglio non so se è proprio una criptazione o un qualcosa del so che blinda il file a quello io mi riferivo ;D

        • 10 dicembre 2009 alle 11:59

          si chiama bitlocker ma non mi risulta attiva di default.

          • Alessandro
            10 dicembre 2009 alle 12:14

            Son quasi sicuro di si invece, ma ci do un occhio meglio oggi a casa, io di sicuro non lo ho attivato eppure sul mio W7 ultimate vedo il lucchetto a molti file ;D

            Comunque ti sei messo a studiare anche windows 7? ^^
            No In caso mi farebbe piacere almeno conosci anche di persona ciò di cui parli anche se effettivamente fin ora hai detto tutte cose veriterie, sono i modi con cui le dici che a volte sembrano un pò troppo duri ;D

          • telperion
            10 dicembre 2009 alle 16:27
  46. Tex
    10 dicembre 2009 alle 11:29

    Ciao a tutti, concordo pienamente sul fatto che l’articolo sia stato scritto da una persona che di lInux conosce molto poco oppure la sua opinione è stata falsata dai postumi di un rave party; cosa ne dite di scrivere alla redazione? magari potremmo ricevere la risposta sul prossimo numero e farci altre risate.
    Conosco bene questa rivista e vi posso assicurare che è una traduzione dell’originale tedesca, chissà cosa diranno Canonical e Novell (anch’esse tedesche!)
    Bella raga, continuate così

    • airport93
      10 dicembre 2009 alle 15:06

      Canonical mi risulta sia inglese (isola di Mann).

      • telperion
        10 dicembre 2009 alle 16:28

        Paradiso fiscale e società offshore?

  47. 10 dicembre 2009 alle 12:28

    Aiuto.
    Ho fatto l’errore di mettere una spunta su “Avvisami via e-mail della presenza di nuovi commenti a questo articolo”.
    E ora non c’è più verso di liberarmi della mail di notifica. elph (cit.)

  48. sasha
    10 dicembre 2009 alle 12:30

    perché farsi il sangue amaro per un cretino??

  49. 10 dicembre 2009 alle 15:00

    Non trovo parole ed epiteti abbastanza dispregiativi da descrivere l’articolo e il “giornalista”, ma secondo me a confronto Fede è un giornalista coi fiocchi e coi controfiocchi.

  50. SuNjACk
    10 dicembre 2009 alle 16:24

    il mio unico commento -> . . . . . .

  51. Fedecupe
    10 dicembre 2009 alle 18:48

    “con Kubuntu in alcune distribuzioni ” ma qualcuno gli ha spiegato che Kubuntu È un distro?

  52. 10 dicembre 2009 alle 20:26

    assurdo.. il tipo è pagato dai.. non puoi togliere windows dalla sua propria “cattiva luce”

    guiodic dovevi mettere una foto di guida galattica!😄

  53. aytin
    10 dicembre 2009 alle 21:41

    Madonna che schifo.
    Oggettivamente questo articolo è pattume anche per i fanboy win.

  54. 11 dicembre 2009 alle 13:46

    Una rovinosa caduta di stile.
    E dire che nelle rare volte che l’ho comprato:
    – nel Maggio 2003 avevano fatto un numero speciale sul software freeware con CD allegato contenente GIMP e OpenOffice.
    – nel Febbraio 2007 avevano allegato nel DVD la .iso di Ubuntu 6.10 definendola nelle pagine la migliore distro per l’utente novizio.

  55. Gian
    11 dicembre 2009 alle 19:43

    Quoto in pieno il tuo articolo..
    Poi questo pezzo fa veramente ridere cit. “Si tratta infatti dell’unico sistema che dimostra sin d’ora di essere in grado di affermarsi in qualche modo nella battaglia contro gli hacker”
    Non sanno nemmeno chi sono gli hacker! Cavolo senza di loro l’informatica non esisterebbe, ogni volta che sento accostare la definizione di hacker a quella di pirata informatico mi viene il nervoso!

  56. 11 dicembre 2009 alle 20:13

    Cosa posso dire? Un complimenti a Guiodic per l’ottimo blog, che seguo da ormai diverso tempo. Riguardo l’articolo, beh, i 70 commenti sopra hanno già detto tutto, mi aggrego a loro. Vorrei conoscere l’autore del magnifico articolo, gli regalerei un CD con Ubuntu sopra😀

  57. Flagg
    11 dicembre 2009 alle 21:28

    hahahhaha mi ha fatto rotolare hahaha

  58. cristian_c
    11 dicembre 2009 alle 22:10

    “Si tratta infatti dell’unico sistema che dimostra sin d’ora di essere in grado di affermarsi in qualche modo nella battaglia contro gli hacker”

    Ma perché ci deve essere una battaglia contro gli hacker? :O OMG

    • SuNjACk
      11 dicembre 2009 alle 23:06

      Tanto non conosce la differenza tra hacker e cracker

      • tonywhite
        12 dicembre 2009 alle 12:51

        Certo che la conosce. I cracker si mangiano!

  59. giosimar
    11 dicembre 2009 alle 23:49

    vabbè, questi hanno preso una grossa commessa pubblicitaria da microsoft.

    …insomma, sappiamo tutti come si deve fare per spingere un prodotto che appare vecchio già prima di uscire.

  60. Anonimo
    12 dicembre 2009 alle 13:23

    Nonostante il tizio che ha scritto l’articolo sia un completo ignorante in manteria(e anche un idiota venduto),c’è da dire che la cazzata dei 109 byte e 230 byte puo essere dovuto a un errore di formattazione: 109 byte secondo me li voleva scrivere come 10^9 (10 alla 9) e 230 come 2^30 che quindi starebbero a indicare 1 GB in byte,uno meno preciso e l’altro esattamente il valore corrispondente in byte…

    Comunque è un idiota…

    • 26 aprile 2010 alle 18:56

      volevo solo far notare come hanno corretto il punto del 109/230, adesso si legge sul sito:

      Per i suoi programmatori 1 Gb è costituito da 1^09 byte anziché da 2^30

      siamo sul ridicolo, una correzione che e` peggiore della situazione originale.
      suvvia siamo alle basi dell’aritmetica di scuola media.

  61. prose
    12 dicembre 2009 alle 23:47

    Io continuo a pensare che tutto non nasce dal caso… Senza fare un j’accuse, è evidente lo scopo dell’articolista, BEN conscio del target di riferimento del lettore della rivista (l’udente di mezza età che si crede informatizzato perché va da Media World, e “chiede domande interessanti al tipo che ne sa..”.

    E’ evidente, in un contesto anche di invecchiamento della popolazione (qui porto il discorso ad altri livelli, forse esagero), che banalmente l’idea di Shuttleworth (che è cresciuto in un altro contesto, con altre medie di età) sia più che brillante…

    Il punto, caro Guiodic, forse sarebbe non tanto quello di urlare ad un popolo che già sa che queste sono palesi cazzate (e te lo dico anch’io che non sono un informatico, ho scritto qualche volta sul forum di lqh, ed ho già dimostrato ampiamente la mia ignoranza..), quanto siano stupide ed assurde queste affermazioni, è piuttosto convincere lo ‘zio’ intrippato di computer, a mettere su linux, e che, no, non è vero che i tempi non sono maturi, perché installi tutto con 7 passi ba-na-li, e hai quasi tutto subuto azzeccato, a livello di periferiche. Che ti basta imparare tre cose, per imparare a fare quello che facevi su win, e che, no, l’antispyware non serve (minchia, non serve e basta!) and so on and so far..

    Purtroppo (o forse per fortuna) non si ha il potere (e forse se lo si avesse si diventerebbe potere installato esso stesso) di poter avere un grosso eco come ‘chip’ ha sul panorama dell’utente medio, ormai davvero pronto all’utilizzo dell’open (con qualche cazzo di restriction affidabilistici, tipo zuchcerini, che ti fanno stare tranquillo che il sistema è usabile.. e non dico pulsantoni belloni, alla ubuntu maniera di questi tempi, ma qualcosa che anche all’utente semiidiota come me ti possano far dire “ecco, l’ho personalizzato a modo mio, SO quello che c’ho dentro, ho il sistema in pugno. ANche se non è vero affatto, come succede con win (alla fine sei tranquillo, quando fai girare la routine di pulizia del registro, no? il programma ti ‘pulisce’ delle impurità che tu sai, come rabdomante, che ci sono, ma non sai nemmeno lontanamente che cazzo siano..)). Incredibile, alla fine ho difeso quei cazzo di tool idioti…

    Boh, forse il bello dell’ope è che è open.. Ma non dovrebbe essere sbarluccicoso..

    In bocca al lupo agli uomini di buona volontà

  62. carlotux
    13 dicembre 2009 alle 13:25

    Se l’articolo lo scrivevo io che ho fatto la 5° elementare, si poteva dire e un ignorante,
    ma scritto da un esperto del settore ( che non mi sembra esperto) in un giornale di informatica, che deve informare i lettori al meglio delle possibilità mi fa ridere, il bello e che lo pagano bene. ” ma non sarà stata la microsoft a pagarlo?” mi dà da pensarlo.

  63. 14 dicembre 2009 alle 22:17

    Anche nel forum che ha fatto il backlink non scherzano
    quanto a cavolate!😮

  64. 14 dicembre 2009 alle 22:18

    intendevo dire il trackback (lapsus)

  65. luigi
    14 dicembre 2009 alle 23:52

    Non ci posso credere…tempo fa leggevo con piacere quella rivista, chissà come mai hanno pubblicato tutti quegli errori e quella pubblicità a win 7.

  66. cris147
    17 dicembre 2009 alle 23:28

    L’editor del sito oggi ha cominciato a rispondere ai commenti ricevuti all’articolo.
    Sarà interessante seguire gli sviluppi della faccenda, e sopratutto come giustificherà le “cazzate super-galattiche” ivi riportate…

  67. 18 dicembre 2009 alle 12:36

    L’editor del sito (io) legge anche qui. Vi riporto il mio ultimo commento con una proposta.

    Ultimo intervento (spero): partiamo dalla base che l’articolo è frutto della valutazione dell’autore, che ha analizzato i sistemi in base a certi criteri. E’ l’unica opinione possibile? Certo che no, ma continuiamo a ritenere questo articolo degno di considerazione. Così come siamo pronti a dare risalto ad analisi e valutazioni differenti.

    A questo proposito ho una proposta: se qualcuno tra i commentatori ha voglia di scrivere un articolo in cui mette a confronto i tre sistemi (o anche solo due) e, con dati e argomenti circostanziati, esprime la sua diversa valutazione, sarò lieto di pubblicarlo dandogli lo stesso risalto. Chi è interessato mi contatti all’indirizzo andrea.g @ playmediacompany.it

  68. Alessandro
    18 dicembre 2009 alle 14:22

    Io lavoro solo con sistemi windows, ho conoscenze solo teoriche di Linux e Mac, ma quanto meno penso di avere una base di informatica migliore di quella dell autore che ha scritto quell argomento, volendo posso fare un discorso più vicino agli utenti meno esperti ma non so a che pubblico si rivolge Chip. Quanto ne sa l’ utente medio che compra Chip?

  69. Upherfan
    19 dicembre 2009 alle 0:35

    O.O
    Spero non sia troppo tardi per rispondere.
    Caro Guido ti dico solo che mi stavo mettendo le mani in faccia mentre leggevo il tuo articolo.
    E ti dico che se non fossero per i 3 migliori anni di informatica con Ubuntu, ora starei a credere a quelli di Windows.
    Posso sapere una cosa se ti va? Ma lo hai mandato a vaff……. all’autore dell’articolo per via email?

  70. Alberto
    24 dicembre 2009 alle 11:46

    Mai lette tante assurdita’ in un solo articolo.
    In effetti pero’ sulla rivista ho notato parecchie pagine di pubblicita’ MS

  71. Antonio
    29 dicembre 2009 alle 14:29

    Un idea è pubblicizzare questi articoli Pro-Microsoft nelle riviste di Linux.
    Gli editori incasserebbero soldi e i lettori di linux tante risate in allegria.

  72. Otaku
    8 gennaio 2010 alle 22:23

    Ma il motivo per cui sparare tante puttanate c’è?
    Ah beh sì, probabilmente è dovuto alla totale mancanza di qualunque competenza di tipo informatico.
    Ma per favore, certe stronzate tienitele per te, evita di spararle così in pubblico, che poi si fa anche una figura di merda.

  73. objwan
    18 gennaio 2010 alle 12:35

    No comment, indubbiamente Win 7 è migliore di vista e per la sicurezza anche di XP, scrivere tante balle non porta ne benefici alla microsoft, ne tantomeno alla testata CHIP che fino ad oggi ritenevo una delle migliori della piazza… è certamente una manovra pubblicitaria è troppo evidente, mi dispiace ma anche io sarò un ex lettore.

  74. Alex
    30 aprile 2010 alle 9:07

    Ma chi lo ha assunto questo qui?? Uso Kubuntu abitualmente e da quello che ha scritto mi fa capire che questo tizio non ha mai usato una distro Linux in vita sua, probabilmente l’ha installata e avviata una volta, dato che non si è nemmeno accorto della notifica degli aggiornamenti. Non ho mai letto una simile collezione di cavolate, il che è molto grave, per quella che dovrebbe essere una pubblicazione in qualche modo autorevole.
    “Kubuntu spesso ha richiesto più tempo di tutti gli altri nell’attività quotidiana: problema che va ricondotto alla cattiva ottimizzazione dell’indirizzamento di istruzioni alla Cpu.”
    COOOSA? Io ho Windows 7 installato, in dual boot, dato che sono un tecnico devo saperlo usare e posso dirvi che prestazionalmente parlando (ma non solo) fa rimpiangere XP e non è nemmeno paragonabile a Kubuntu, anzi, diciamo pure che fa piangere.
    Poi, dai, che test hanno fatto sul filesystem? FAT VS HFS+ o EXT3?? STIAMO SCHERZANDO??? E dice con aria di sufficienza che quello di Mac è “nel complesso” migliore di FAT?? Certo, FAT è più veloce, ma vogliamo parlare di cosa succede se va via la corrente? O di quanti movimenti deve fare la testina del disco una volta che il file è ridotto a brandelli? NTFS (che resta sempre inferiore a molti altri) l’hanno inventato apposta, già da parecchio! Pensare che con EXT3 non ho mai perso un file in vita mia, viceversa con FAT ed NTFS ne ho perso a decine.
    Mi fermo qui, perché il post dice già tanto. Diamine, ti piace Windows? OK, ma non disinformare gli utenti, questo no..

  75. Dom0
    12 maggio 2010 alle 11:38

    Finalmente hanno “corretto” la storia dei 109 byte = 1Gb vs “230 byte per il resto del mondo”. Adesso scrivono <>, non sapendo forse che 1×1 = 1, e che 1 elevato alla n è sempre 1… Sono riusciti anche a peggiorarsi!!

    • 12 maggio 2010 alle 13:11

      ho visto un articolo che prometteva di poter avviare Windows in un secondo. Poi scopri che in realtà è Presto, che è un sistema Linux minimale …. ma che pezzi di cacca secca.

  76. Davide Viscusi
    17 maggio 2010 alle 11:09

    INCREDIBILE, un corollario di stronzate così completo e coerente su rivista di “settore” non l’avevo mai letto.
    La mano “protettrice” di Microsoft è talmente evidente che se ne sente il fetore.
    Uso Linux da un paio di anni e devo dire che quando ci si prende la mano( googolando quà e là) i vantaggi in termini di COSTI , SICUREZZA, LONGEVITA’ sono incommensurabili.
    Personalmente amo metter mano nei dettagli così da adattare perettamente il S.O. alle esigenze mie e della macchina. Come un vestito su misura.
    Strano che nell’articolo non abbiano inserito anche il parametro della LONGEVITA’…
    Ho utilizizzato sistemi Microsoft dai 10 anni quando giochicchiavo col Dos ai 22 quando son passato a linux, passando in rassegna win 95 98 Me 2000 Xp.
    Tutti i sistemi Windows dopo qualche mese si utilizzo cominciano a caricarsi di librerie file orfani e porcherie varie che ne pregiudicano l’efficienza. A poco servivano le “Norton Utilities” che definirei come un valido Placebo. Non sono mai riuscito a tenere W98 x più di 4 mesi senza doverlo reinstallare x blocchi o schermate blù.
    Windows Me neanche lo nomino, win2000 e Xp circa 8 mesi.
    Windows Vista è ancora peggio: La dimensione del sistema operativo ( se si scaricano tt gli aggiornamenti) si gonfia a dismisura fino a equiparare le prestazioni del tuo nuovo dualcore a quelle di un PIII.
    Mentre gli aggiornamenti di Linux generalmente aumentano le dimensioni del sistema di qualche KBite !!!!! altre volte addirittura RIDUCONO le dimensioni.
    Questo non è stato detto.
    Diciamo che esistono tutti gli elementi per pensare che anche W7 sia della stessa pasta, se non altro perchè proviene da una società che da oltre 20 anni per accaparrarsi il mercato non offre QUALITA’ e SUPPORTO ma conccorrenza sleale e disinformazione .
    Benvengano i bloggisti informati.

  77. 17 maggio 2010 alle 15:43

    Fate bene a segnalare ai lettori che certe riviste, che in teoria dovrebbero essere “tecnology driven”, in realtà sono “partigiane”, e che, certe oscenità non sono vere. Inutile anche scadere nei flame con persone di tale ignoranza e scarsa preparazione.

    Le oscenità tecniche-informatiche di quell’articolo sarebbero scandalose anche per un “giornalino scolastico” (con tutto il rispetto dei giornalini scolastici), figuriamoci per una rivista specializzata.

    Scusate se insisto, ma biosogna informare sempre sulla verità; da sostenitore del mondo GNU/Linux so che il FOSS ha ancora delle lacune, ma se parliamo di sicurezza, non dobbiamo imparare niente ne da MacOSX e soprattutto non da Windows.

    E’ inutile fare battaglie per dimostrare “che linux sia il migliore” o “quale sia il miglior linux”… non portano a niente… ma almeno possiamo informare sulla verità, partendo dalle nostre esperienze, e continuando a portare i sistemi GNU/Linux giorno per giorno nelle case della gente comune, che può provare la differenza, e soprattutto smentendo con i fatti le vane chiacchere messe in bocca ad una stampa incompetente da una azienda che non fa altro che fere il proprio business.

    Ci sono talmente tanti errori in quel articolo, che l’unico modo per renderlo leggibile è scrivere sopra “Scritto da FAC-SIMILE di giornalista informatico”.

  78. 4 settembre 2014 alle 10:46

    Everyone loves what you guys are usually up too. Such clever work and
    exposure! Keep up the excellent works guys I’ve incorporated you guys to blogroll.

  79. asnax
    9 dicembre 2014 alle 18:19

    pff GUIODIC parli proprio a vanvera, critichi un sistema che è alla base del 95% delle installazioni, che molte persone usano da decenni nonostante il tuo linux (che rispetto alla grande, son le persone attorno a tale OS che non capiscono una mazza), che vende ovunque sia OEM che RETAIL
    criticate windows in versione OEM perchè siete incapaci di sistemarlo da voi o reinstallarlo (concordo che gli OEM fanno installazioni pietose)
    criticate windows perchè forse vorreste che il vostro pinguino sia al suo posto
    criticate windows mentre c’è GENTE che LO USA IN MODO PRODUTTIVO DA ANNI senza mai AVER NESSUN PROBLEMA!
    ti viene in mente che l’AV ai tempi di win7 non era incluso per l’antitrust? mica si parla di superTux eh!
    ti viene in mente che il centro sicurezza era una feature per aiutare i meno esperti a capire qualcosa sul mantenimento del PC in modo sicuro? mica dobbiamo tutti digitare stringhe di comando a caso!
    ma tu questo non lo capirai mai, anzi risponderai in due parole insultando o sbeffeggiando come tuo solito, perchè di windows ne capisci ben poco.. nonostante sia “facile” “ignorante” come dite voi illuminati (ma non lo sapete manco configurare decentemente). guarda un pò te.
    l’unica shell di linux utile (per la leggerezza) è LXDE, tutte le altre sono scopiazzature di Win e Mac (anche se lo negherai a spada tratta)..
    ubuntu store? ops! app store? o windows store? magari google play?
    se dobbiamo giocare a “insulta l’avversario” di peccatucci ne avete parecchi
    i peccatucci di linux!
    cambiate mentalità e forse avrete più userbase!
    un saluto!

    • Tullio
      10 dicembre 2014 alle 9:30

      E tu ripeschi un post del 2009 per professare il tuo amore non ricambiato per Windows?

  80. asnax
    11 febbraio 2016 alle 15:37

    parla lui, “tullio”, il genio linuxiano fermo ancora al 1% di userbase che mi fa compagnia🙂
    ahahah intanto w7 ha spopolato e siamo al 10, le vostre fandonie erano e sono ancora a distanza di anni
    grandi stupidaggini!🙂

  1. 12 dicembre 2009 alle 10:04
  2. 14 dicembre 2009 alle 13:57
  3. 14 dicembre 2009 alle 21:59
  4. 4 novembre 2014 alle 6:00

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: