Home > GNU/Linux > Anche Arista transcoder con supporto per webm/vp8!

Anche Arista transcoder con supporto per webm/vp8!

L’adozione del nuovo codec by Google procede senza sosta. Dopo Transmageddon anche Arista transcoder, basato anch’esso su gstreamer, introduce nuovi profili per webm/vp8.

Per chi non lo conoscesse, Arista è un semplice ma ottimo programma per convertire file video, ma anche per rippare DVD. A differenza di software simili, come il più sofisticato handbrake, Arista si rivolge a chi non conosce i parametri migliori per convertire o rippare. Infatti all’utente viene presentata solo una serie di preset.

La nuova versione introduce il supporto a VP8 e webm, ma non solo: è possibile importare nuovi preset scaricandoli dal sito o crearli dalla comoda interfaccia web🙂

Trovate Arista transcoder aggiornato nel mio repository guiodiclucid. Il pacchetto è basato su quello di Debian e Ubuntu Maverick creato da Alessio Treglia (quadrispro).

Categorie:GNU/Linux Tag:, , , , ,
  1. Ermes_85
    2 giugno 2010 alle 9:50

    Bene bene continuiamo così ;D

  2. shishimaru
    2 giugno 2010 alle 17:54

    Questo ha una codifica più veloce rispetto a Transmageddon? Quest’ultimo con WebM è lentissimo :S come è normale che sia,credo,certo.

    • telperion
      2 giugno 2010 alle 19:26

      immagino sia uguale, il codec è lo stesso, bisogna attendere un po di sviluppo almeno per la parte encoder. Il decoder è più semplice.

      • shishimaru
        2 giugno 2010 alle 19:42

        Immaginavo per i motivi che hai detto,ma da ignorante ho domandato comunque. Aspettiamo,va’😀

        • 2 giugno 2010 alle 20:21

          confermo solo in parte telperion. Arista infatti è migliore di transmageddon, sfrutta i multicore.

          • telperion
            2 giugno 2010 alle 22:48

            Beh già meglio, se hai 4 core = 1/4 di tempo.
            Aspetto sempre la doppia passata come opzione in sti “cosi”.

          • 2 giugno 2010 alle 23:45

            sai bene che non è così, non è che se hai 4 core ci mette un quarto del tempo.

          • telperion
            3 giugno 2010 alle 9:16

            Oh si, con handbrake sia con ffmeg che con x264, passando dal dual al quad (stesso clock 2.5GHz) le conversioni si sono dimezzate come tempo.

          • 3 giugno 2010 alle 15:25

            hai confrontato lo stesso, identico sistema con la stessa identica versione del kernel e di ffmpeg e handbrake? perché ad esempio uno dei miglioramenti recenti di handbrake è proprio quello dei thread che sono stati ottimizzati per le modifiche dello scheduler intervenute in linux 2.6.32

          • telperion
            3 giugno 2010 alle 19:24

            Guarda ti facevo le schermate di confronto tra il “trans” e arista, ma arista per sid non parte, solito python del cavolo che manca sempre qualche modulo da importare se le versioni non son “precise precise”.

            Per hb fidati, codifico “na cifra” di registrazioni dvb, col quad va come un treno, x264 ci mette il tempo che prima ci metteva ffmpeg col duo, tipo 180fps 1 pass e 80fps la 2pass, 720×576 anamorfico corrispondente a 1024×576 a video.

            ffmpeg vola (+300fps) , ma lo uso solo per la robaccia da vedere senza spot e poi buttare, o per i 16:9 trasmessi dentro il 4:3, roba da chiodi … risoluzione effettiva 720 x 300 px … contro i 1024 x 576 di un 16:9 anamorfico …

  3. telperion
    2 giugno 2010 alle 19:24

    Ora io non dico tutti i parametri di x264, xvid eccetera che sono effettivamente complicati per molti, ma almeno le 2 passate le vogliamo mettere nei profili di questi converter?
    La qualità cambia di brutto essendo possibile con 2 passaggi distribuire meglio il bitrate medio.
    Esempio recuperare i bit di lunghe scene con poco movimento, per usarli in scene rapide con molta differenza tra i frame.
    Mah.
    Mi “perplimo” per la scarsa conoscenza dei problemi di codifica di chi sviluppa queste interfacce.

  4. francok
    19 giugno 2010 alle 22:05

    Ciao a tutti
    Vorrei chiarirmi le idee:

    aIo ho aggiunto i repository di guiodic,e adesso ho scaricato arista.
    ( sudo apt-get install arista )
    così facendo da dove lo scarica?
    Dai repository di guiodic o da quelli di ubuntu?

    Dovrei specificare il pacchetto se voglio la versione che è nell’articolo di questo blog?

    • 21 giugno 2010 alle 10:36

      se hai aggiunto il mio repository ovviamente lo scarica dal mio, perché c’è la versione più aggiornata.

  1. 2 giugno 2010 alle 15:54

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: