Home > GNU/Linux > Sincronizzare le note con gnote

Sincronizzare le note con gnote

Gnote è un programma per prendere note sviluppato per il desktop GNOME. E’ a tutti gli effetti un clone di Tomboy (il programma installato di default su Ubuntu). A differenza di Tomboy però è scritto in C++ invece che in C# su Mono, con il risultato che è più leggero. Cercavo un programma per tenere le note e mi sono infatti accorto che Tomboy soffre di gravi bug riguardo la gestione della memoria.

Una delle poche funzioni di Tomboy non ancora implementate in Gnote è la sincronizzazione delle note su diversi computer. Una funzione per me indispensabile. Tuttavia con Ubuntu One è davvero un attimo rimediare.

1. Aprite la vostra home e premete ctrl+h per visualizzare i file nascosti

2. Andate in .local/share

3. Selezionate  la cartella “gnote”

4. Premete il tasto destro del mouse, andate su “Ubuntu One” e poi su “Sincronizza questa cartella”

5. Finito🙂

Coloro che usano i miei repo “Natty quasi rolling” o “Lucid quasi rolling” possono installare gnote 0.7.6 (l’ultima versione compatibile con queste distro). Per le distribuzioni superiori c’è il ppa ufficiale di gnote.

  1. 5 dicembre 2011 alle 19:41

    La stessa mia esigenza, molto interessante il tuo metodo. A me piacerebbe averle anche sul mio smartphone android ti risulta sia possibile?

    • 5 dicembre 2011 alle 19:50

      con tomboy sì… ma mi studio la faccenda. Eventualmente puoi usare tomboy come tramite, basta che la cartella .local/share/tomboy sia un symlink a .local/share/gnote, poi apri tomboy e ti trovi le stesse note e le sincronizzi. Scomodo ma funziona. Se però tomboy a te non dà problemi puoi usare quello, a me mi intasa la memoria e swappa che è una bellezza. Può darsi perché uso una versione troppo recente e buggata, ma in ogni caso preferisco di gran lunga gnote e la sua leggerezza.

  2. 5 dicembre 2011 alle 21:12

    Da quando sono su KDE sono passato da Tomboy a Gnote e, grazie a Dropbox (io uso questo servizio), ho le note sempre sincronizzate fra vari account.

    Le note stanno fisicamente dentro una sotto-directory di Dropbox, mentre la directory di Gnote (~/.local/share/gnote) è un link alla prima.

    • 5 dicembre 2011 alle 21:16

      è sconfortante che kubuntu non abbia un client per ubuntuone.

      • 5 dicembre 2011 alle 21:23

        Sì, infatti. Ma non credo che lo userei. Non lo usavo neanche su GNOME.

        • 5 dicembre 2011 alle 21:28

          è molto comodo, io lo trovo superiore a dropbox. Ad esempio puoi condividere qualsiasi cartella con facilità invece di sbatterti con i link.

          • 5 dicembre 2011 alle 22:07

            Sicuramente, Guido. È che mi ci sono abituato!😀

            Comunque Gnote è l’unica directory che subisce quel trattamento.

          • Luigi
            5 dicembre 2011 alle 22:14

            Guido…scusa se mi intrometto, quello che dici tu mi riesce bene con le cartelle della mia home(tasto destro > ubuntuone > sincronizza questa cartella), ma con le cartelle di un’altra partizione che si monta automaticamente all’avvio non riesco.
            sapresti perchè?

          • Luigi
            6 dicembre 2011 alle 11:15
  3. 5 dicembre 2011 alle 21:36

    Grazie delle info proverò questo tecnica, se ci riesco, e vediamo.

  4. 6 dicembre 2011 alle 12:23

    Peccato che dietro un proxy ubuntuone-client non funzioni.
    Lavoro su una lucid e mi pare che il problema rimanga anche su oneiric

  5. korg91
    19 dicembre 2011 alle 23:09

    hai più trovato una soluzione per la sincronizzazione su android? per me è abbastanza fondamentale e non ho ancora trovato una soluzione soddisfacente…sto aspettando che tomdroid implementi l’editing…ma al momento è parecchio inutile…

  6. Guido
    2 marzo 2012 alle 10:57

    Ciao,
    uso Tomboy da qualche mese, ho iniziato quasi per gioco, e mi piacciono le sue funzionalità.
    Però adesso che ho molte note – e alcune anche piuttosto estese – comincio a soffrire di problemi di meoria: tomboy è lento, non ancora insopportabilmente ma abbastanza da perdere la facilità di uso che lo contraddistingue.
    Ovviamente ho già installato Gnote ma non riesco a decidermi a cambiare, non solo perché Gnote ha qualche funzionalità in meno rispetto a quelle che uso in Tomboy (posso anche rinunciarci) ma anche perché non vorrei perdere nulla nel “travaso” quindi ti / vi chiedo alcune informazioni.

    1) Io sincronizzo le note di Tomboy via Dropbox (selezionato dalle preferenze di Tomboy); la mia directory /home//.local/share/tomboy/ è comunque piena di note: vuol dire che tomboy salva contemporaneamente lì e in Dropbox? cioè che ho due copie delle stesse note sul mio HD più una in remoto su Dropbox?
    Se fosse così, come posso semplificare la cosa senza fare danni? (credo di saperlo ma preferisco chiederlo a chi ne sa più di me).
    Le mie perplessità sono legate al fatto che cartella “Tomboy” che ho creato in Dropbox non ha la stessa struttura che ha /home//.local/share/tomboy/, ma è ulteriormente divisa in sottocartelle, e sono un po’ confuso.

    2) Gnote non ha la funzione di sincronizzazione: se ho ben capito la soluzione è creare nella directory delle note di Gnote un symlink a unna directory creata ad hoc in Dropbox dove mettere fisicamente le note, giusto? Oppure è più sicuro sincronizzare le note di Gnotes via Tomboy come descritto sopra?

    3) C’è retrocompatibilità tra Gnote eTomboy in caso si dovesse fare marcia indietro per qualunque motivo?
    Io uso Ubuntu Lucid 10.04 LTS, quindi rispettivamente con Tomboy 1.2.2 e Gnote 0.6.2.

    4) infine anch’io sarei interessato a una soluzione per Android: al momento “Tomdroid” è in sola lettura e comunque sincronizza solo tramite il server di Tomboy…spero che si trovi presto una soluzione, magari passare a Gnote può aiutare anche sotto questo profilo…

    Grazie,
    Ciao
    Guido

    • 2 marzo 2012 alle 14:13

      1) Come ho scritto nel mio commento più sopra, sono passato da Tomboy a Gnote. Per far leggere a Gnote le note di Tomboy è bastato rinominare la cartella ~/.local/share/tomboy/ in ~/.local/share/gnote/ o, nel mio caso, visto che uso Dropbox per condividere queste note fra più PC, ho sostituito la cartella fisica ~/.local/share/gnote/ con un link a una cartella tenuta su Dropbox.
      Per quanto riguarda la struttura della directory di Gnote, non ho riscontrato alcun problema: tutte le note sono gestite bene da Gnote, senza perderne alcuna. È sempre bene, però, che prima di ogni operazione ti faccia un backup della cartella di partenza.

      2) Le note stanno fisicamente su una cartella di Dropbox. Invece, come già detto, la cartella ~/.local/share/gnote/ è un link alla cartella fisica.

      3) Non ho provato, ma penso di sì. Se quindi ti fai un backup stai più tranquillo.

      4) Non ho un dispositivo Android, quindi passo la palla.

      Ciao!

  7. guido
    2 marzo 2012 alle 18:46

    Grazie.
    non avrei problemi con il tuo metodo se cominciassi da zero.
    ma adesso a cantiere aperto, c’è una cosa che mi lascia perplesso è che vorrei capire prima di spostare fisicamente in dropbox la cartella di Tomboy (poi Gnote),

    La struttura interna della mia cartella di sincronizzazione di tomboy in Dropbox è diversa da quella di ~/.local/share/tomboy/, e soprattutto le dimensioni delle due directories sono molto diverse tra loro:

    ~/.local/share/tomboy/ :
    dimensione totale dei file : 385,6 KB (385633 Bytes)
    dimensione dei file su disco: 737,3 KB (737280 Bytes)

    ~/Dropbox/Tomboy:
    dimensione totale dei file : 6,7 MB (6689408 Bytes)
    dimensione dei file su disco: 8,8 MB (8785920 Bytes)

    ???
    Io ho cominciato da subito a sincronizzare Tomboy via Dropbox, però non spostando la directory delle note in Dropbox, bensì scegliendo la cartella Dropbox nel menu delle preferenze di sincronizzazione di tomboy (servizio: “cartella locale” > Dropbox/Tomboy)…

    come devo regolarmi per non rischiare di perdere le note e fare le mosse giuste?
    ovviamente un backup di entrambe, ma poi…
    so che una volta fatto il backup potrei andare a tentativi ma siccome non ho fretta preferisco chiedere consigli.
    Grazie
    Guido

  8. 10 luglio 2014 alle 0:16

    It will not replace flossing and I have found using the original dental tape by
    Glide helpful as it is thicker than some of the thinner floss on the market now.
    Replaceable Brush Heads: Some cheaper electric toothbrushes are
    intended to be disposable and therefore do not come with replaceable brush heads.
    BACKGROUND: The Spinbrush line of powered toothbrushes is currently sold as the
    Arm & Hammer Spinbrush and until 2009 was sold as the Crest Spinbrush.

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: