Forse qualcuno si sarà accorto che da un po’ non curo molto questo blog. Il motivo è che mi sono gettato in una nuova avventura, un blog sulla crisi e l’economia. Guardatelo, c’è molto da capire.

Keynes blog

 

Senzanome

Una conversazione radiofonica tra Keynes e Sir Josiah Stamp sulla stupidità dei governi nazionali nell’imporre sacrifici. Il dialogo fu trasmesso dalla BBC il 4 gennaio 1933. Sebbene siano passati 80 anni da allora, questa intervista risulta di straordinaria attualità e dimostra come le idee sbagliate siano così dure a morire. 

Keynes, adottando l’approccio macroeconomico, smonta una per una le tesi del partito dell’austerità, in particolare quella per cui lo Stato deve risparmiare (come farebbe una famiglia) per ripagare i propri debiti, ma anche l’idea tipicamente neoclassica che dalla crisi si possa uscire grazie all’azione individuale nel libero mercato. Se qualcuno se lo chiedesse, nell’anno in cui Keynes rilasciava questa intervista il debito pubblico britannico sfiorava il 180% sul Pil. Il testo è stato pubblicato da Manifestolibri (1996). 

View original post 1.504 altre parole

Categorie:GNU/Linux
  1. Scugnizzo
    16 febbraio 2012 alle 12:17

    Ci manchiii…ci manchiii…possiam far finta di star bene….ma ci manchiii🙂
    Ciao Guido, auguri per la nuova avventura….io mi sto lanciando (molto lentamente) su Arch.
    Ma dove stanno i post a cui ti riferisci?

  2. 16 febbraio 2012 alle 13:17

    apperò non trascurare troppo questo blog però!
    messo nel reader

    • Scugnizzo
      16 febbraio 2012 alle 13:47

      Ehmm…in che senso “messo nel reader”?
      Ricevo le notifiche via mail dei tuoi nuovi post….non ti perdo di vista non ti preoccupare ho ancora tanto da imparare.

      • 16 febbraio 2012 alle 18:19

        feed reader scusa scugnizzo, ho scritto in fretta prima🙂

  3. Scugnizzo
    16 febbraio 2012 alle 15:35

    Scugnizzo :
    io mi sto lanciando (molto lentamente) su Arch.

    Con risultati sconfortanti (sob)

  4. 17 febbraio 2012 alle 11:56

    Auguri per la nuova avventura !!!!…solo però se supportata dal software libero😉

  5. 18 febbraio 2012 alle 0:30

    Tanti auguri per il nuovo blog, ma spero non abbandonerai definitivamente questo😉

  6. 19 febbraio 2012 alle 23:16

    Mi piacerebbe approfondire: ma come si concilia un massiccio intervento statale di sviluppo con la crescita esponenziale del debito pubblico?

    • 20 febbraio 2012 alle 13:03

      La crescita esponenziale del debito pubblico è causata dalla crescita negativa, aggravata dall’austerità. L’Irlanda ne è un esempio chiarissimo.

  7. 19 febbraio 2012 alle 23:18

    …tenendo presente che la banca centrale non è più sotto il diretto controllo dello Stato e quindi non si può stampare più stampare moneta direttamente?

    • 20 febbraio 2012 alle 13:08

      Neanche la FED è sotto il controllo diretto dello stato americano, ma stampa moneta. Se la BCE fosse riformata, come ormai quasi tutti gli economisti senza paraocchi chiedono da tempo, potrebbe agire come la FED, con politiche monetarie espansive, potrebbe anche prestare agli stati. Ma la politica monetaria espansiva non è la soluzione a tutto, soprattutto non è la soluzione alla crisi di domanda. Serve una politica pubblica che agisca sulla domanda.

  8. hug
    24 febbraio 2012 alle 16:25

    Ho ogni tanto problemi a far comparire il commento.
    Quando premo Invia mi carica la pagina ma non compare.

  9. 31 ottobre 2012 alle 8:07

    It’s a shame you don’t have a donate button! I’d without a doubt donate to this brilliant blog! I guess for now i’ll settle for book-marking and
    adding your RSS feed to my Google account. I look forward to brand
    new updates and will share this website with my
    Facebook group. Talk soon!

  10. 23 luglio 2013 alle 23:36

    Thanks for your marvelous posting! I actually enjoyed reading it,
    you will be a great author.I will remember to bookmark
    your blog and definitely will come back at some point.
    I want to encourage you to definitely continue your great job, have a
    nice morning!

  11. 7 agosto 2013 alle 17:37

    With Riot Points you can buy skins and runes what helps you to do better in sport.

    They also build and release a new champion every
    3-four weeks, which will help retain the recreation from finding stagnant.
    Moreover, you want to always make certain each of
    the lanes on the map are becoming “pushed” so that the other group
    is confronted with a hard choice – to defend a turret or to fight inside a team battle.

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: